Minuscolo e insidioso (keystone)

Offensiva del bostrico

Raddoppiato in un anno il volume delle piante colpite, complice una serie di fattori negativi concomitanti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il volume delle abetaie infestate dal bostrico è più che raddoppiato dal 2017, per raggiungere i 735'000 metri cubi l'anno successivo.

L'incremento, più o meno pronunciato, delle devastazioni provocate dal coleottero è stato constatato in tutti i cantoni nordalpini, riferisce mercoledì l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio.

L'offensiva è dovuta a una combinazione di fattori: le bufere invernali che hanno divelto o stroncato migliaia di piante, le elevate temperature primaverili e, in estate, la scarsità di precipitazioni unita al caldo torrido, che ha favorito la nascita di una terza generazione, almeno a basse quote.

Nel caso queste condizioni dovessero ripetersi nel 2019, la situazione si farebbe ancora più critica, ma anche senza eventi estremi il problema permarrà a causa dei molti alberi indeboliti.

com/dg

Condividi