Presto meno isolati
Presto meno isolati keystone
Momenti chiave
11.05.2020 ore 23:47
11.05.2020 ore 20:35
11.05.2020 ore 18:49
11.05.2020 ore 18:47
11.05.2020 ore 18:44
11.05.2020 ore 17:29
11.05.2020 ore 16:11
11.05.2020 ore 15:40
11.05.2020 ore 15:28
11.05.2020 ore 15:15
11.05.2020 ore 15:06
11.05.2020 ore 14:15
11.05.2020 ore 13:48
11.05.2020 ore 13:32
11.05.2020 ore 13:22
11.05.2020 ore 12:53
11.05.2020 ore 12:43
11.05.2020 ore 12:34
11.05.2020 ore 12:19
11.05.2020 ore 12:00
11.05.2020 ore 11:15
11.05.2020 ore 10:08
11.05.2020 ore 10:05
11.05.2020 ore 09:52
11.05.2020 ore 09:13
11.05.2020 ore 09:08
11.05.2020 ore 09:03
11.05.2020 ore 07:57
11.05.2020 ore 07:20

"Persone a rischio più libere"

Al via da oggi la "fase due" di riaperture, dopo il lockdown. Nessun nuovo decesso da coronavirus in Ticino nelle ultime 24 ore. Allentamenti per le categorie più esposte
lunedì 11 maggio 2020 07:00

Over 65 e altre persone considerate a rischio "possono ora muoversi più liberamente" ma "continuando a rispettare le misure igieniche e le distanze". L'evoluzione in Svizzera è ormai tale che Daniel Koch dell'UFSP ha dato notizia in conferenza stampa dell'allentamento delle raccomandazioni anche per le case anziani: a dipendenza della situazione locale, si può cominciare a pensare a una prudente apertura alle visite.

Oggi le scuole hanno ripreso le lezioni in presenza e hanno riaperto ristoranti e bar e tutti gli esercizi commerciali, con le debite precauzioni igieniche e di distanziamento sociale, conformemente alla "fase due" decisa dal Governo dopo i dati più positivi sugli sviluppi della pandemia in Svizzera. Con loro anche biblioteche, archivi, musei e centri fitness.

La cronaca della giornata di ieri

Anche gli ultimi dati sul fronte sanitario confermano una minor incidenza del coronavirus. E in Ticino rispetto alla giornata di ieri non è stato rilevato nessun nuovo decesso a causa della patologia. Non accadeva dallo scorso 13 marzo. A livello nazionale, sono state registrate 39 nuove infezioni e cinque decessi.

I dati sempre aggiornati

di Alex Ricordi, Enrico Campioni, Francesco Gabaglio, Stefano Pongan, Giorgia Mantegazza, Alessandra Spataro e Sandro Pauli

11.05.2020 ore 23:47
Trump, meno contatti con Pence

Il presidente statunitense ha evocato la possibilità di limitare i contatti con il vicepresidente Mike Pence. Donald Trump starebbe riflettendo su questa possibilità per evitare lo scenario che le due più alte cariche di Stato possano trovarsi contemporaneamente contagiate (ci sono stati due casi positivi alla Casa Bianca). E nel paese dove sono oramai oltre 80’000 le persone morte a causa del coronavirus nel paese, Trump ha annunciato lo stanziamento di 11 miliardi per effettuare test.

11.05.2020 ore 23:09
Intesa Governo-Regioni su riaperture

Italia verso nuove riaperture

Bar, ristoranti e centri di bellezza potranno riprendere le attività dal 18 maggio; più autonomia per le Regioni

11.05.2020 ore 22:06
Aperitivo “selvaggio” anche a Parigi

Parigi come Milano: nell’Europa più che mai unita nella lotta al coronavirus gli episodi si ripetono in modo praticamente identico di città in città. Dopo gli aperitivi “selvaggi” nel quartiere dei Navigli a Milano, le stesse scene si sono viste questa sera al Canal-Saint-Martin, nel cuore di Parigi, dove la polizia è stata costretta a sgomberare i tanti parigini che prendevano tranquillamente l’aperitivo lungo il canale, come se nulla fosse, nel primo giorno di revoca delle rigide misure di confinamento disposte dal presidente Emmanuel Macron e di ingresso nella fase 2.

11.05.2020 ore 22:02
Alla Casa Bianca scatta l'obbligo delle mascherine

Alla Casa Bianca scatta l’obbligo della mascherina per tutti i membri dello staff che entrano nella West Wing, l’ala del palazzo dove si trovano lo Studio Ovale e tutti gli uffici presidenziali. La decisione dopo i casi di contagio tra cui quelli del valletto personale di Donald Trump e della portavoce del vicepresidente Mike Pence. Nel memo inviato allo staff si spiega che le mascherine saranno disponibili nello studio medico della Casa Bianca, si invitano tutti a rispettare le norme del distanziamento sociale e si varano restrizioni per gli ospiti.

11.05.2020 ore 21:03
Italia, presto riaprono i ristoranti

In Italia, le regioni hanno ottenuto il via libera per la riapertura di negozi, bar e ristoranti a partire dal 18 maggio. Ci saranno linee guida e regole generali uguali per tutti e differenziazioni territoriali a seconda dell’andamento della curva del contagio: in caso di risalita, il Governo potrà intervenire per disporre nuove chiusure. L’accordo è arrivato al termine di una videoconferenza tra i governatori e l’Esecutivo, con al tavolo anche il premier Giuseppe Conte oltre ai ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia.

11.05.2020 ore 20:35
Al ristorante senza contatto

Sviluppata in Italia un’app che permette di ordinare e mangiare al ristorante senza avvicinare i camerieri.

Telefonino quasi d'obbligo per mangiare fuori a distanza di sicurezza
11.05.2020 ore 20:01
Francia, 263 vittime nelle ultime 24 ore

E’ di 263 il bilancio delle vittime di Coronavirus in Francia nelle ultime 24 ore, una cifra che porta il totale dei decessi dall’inizio della pandemia - fra ospedali, case di riposo e istituti per disabili - a 26’643. Continua il calo dei ricoveri in ospedale, 285 in meno da ieri per un totale di 22’284, e dei pazienti in rianimazione: 64 in meno per un totale di 2’712.

11.05.2020 ore 18:56
Da Casa del Popolo a... saloon del Pueblo

Cambio di look a Bellinzona, la mascherina c’è... ma è coperta dalle bandane. Di clienti, però, in questa prima giornata se ne sono visti pochi

Riaperture: è il far west
11.05.2020 ore 18:49
"C'è voglia di comprare"

Chi limita gli ingressi, chi fa sconti per attirare i clienti e chi si dice che “è stata lunga”: oggi in Ticino come nel resto della Svizzera sono tornati a lavorare anche i negozi di beni non di prima necessità

Riaperture, voce ai negozianti

Non solo beni di prima necessità: testimonianze da Grancia a Faido passando per Sant'Antonino

11.05.2020 ore 18:47
OMS: "In pochi hanno gli anticorpi"

“Una percentuale relativamente bassa della popolazione ha sviluppato anticorpi contro il coronavirus”. Lo ha detto il direttore generale dell’OMS, basandosi su i primi studi sierologici. Questo significa che la maggior parte della popolazione è “ancora suscettibile al virus”. Tedros Adhanom Ghebreyesus ha però sottolineato che le misure prese dalla maggior parte dei paesi hanno rallentato la diffusione del virus e di conseguenza salvato vite. “Fino a quando non vi sarà un vaccino”, ha detto, “il pacchetto completo di misure è il nostro strumento più efficace per affrontare la pandemia”.

11.05.2020 ore 18:47
A qualcuno non conveniva ripartire

Ha riaperto i battenti oggi fra l’80 e il 90% dei bar ticinesi, ma le prospettive sono molto incerte. GastroSuisse prevede che il 20% soccomberà alla crisi provocata dal coronavirus

Incertezza sul futuro dei bar

C'è chi riapre e chi invece non se lo può permettere. "Entro la fine dell'anno chiuderà almeno il 20% dei locali pubblici in Svizzera"

11.05.2020 ore 18:44
Il bilancio di Bertoli

Presente in aula il 96% degli allievi delle medie che erano convocati oggi, cifre da verificare per le elementari e più basse per la scuola dell’infanzia, dove la frequenza è facoltativa

"Presenza sopra le aspettative"

Ritorno a scuola, parla Manuele Bertoli: secondo i primi dati, più alunni nel Sopraceneri che nel Sottoceneri

11.05.2020 ore 18:28
Air Zermatt riprende i voli turistici

Air Zermatt riprende i suoi voli turistici attorno al Cervino, così come i voli-taxi. I viaggi verranno effettuati rispettando le regole di protezione, per esempio sarà obbligatorio indossare la mascherina. La compagnia ha ricordato come questa attività sia fondamentale per sostenere finanziariamente le operazioni di salvataggio.

11.05.2020 ore 18:13
Italia, le terapie intensive scendono sotto le 1’000

Continuano a diminuire i ricoverati in terapia intensiva per coronavirus in Italia: sono 999, 28 in meno rispetto a ieri, quando il calo era stato di 7. Per la prima volta dal 10 marzo le terapie intensive scendono sotto le 1’000. In Lombardia sono 341, 7 in meno di ieri. I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile. I contagiati totali - vale a dire gli attualmente positivi, le vittime e i guariti - sono 219’814, con un incremento minimo di 744 rispetto a ieri. Le vittime per coronavirus sono salite a 30’739, con un incremento di 179 in un giorno. Ieri l’aumento dei morti era stato di 165. Infine sono 82’488 i malati di coronavirus, in calo rispetto a ieri di 836. Nella giornata di ieri la diminuzione era stata di 1’518.

11.05.2020 ore 17:56
New York non riapre prima di giugno

Il regime di restrizioni nella città di New York, dal divieto di assembramenti alla chiusura delle attivita’ non essenziali, non finira’ prima di giugno. Lo ha detto il sindaco Bill de Blasio. Nelle ultime 24 ore le vittime nello stato sono state 161, per la prima volta sotto le 200 da quando c’è stato il picco della pandemia, ha annunciato il governatore Andrew Cuomo, che invita a “prepararsi in maniera intelligente alla riapertura a partire dal 15 maggio” nelle aree meno colpite.

11.05.2020 ore 17:29
Russia, allentamenti in vista

Il presidente russo ha deciso di allentare le restrizioni a livello nazionale da domani, martedì, delegando d’ora in poi alle regioni la modulazione delle misure di contenimento della pandemia. I grandi eventi rimarranno banditi, ha detto Vladimir Putin in un discorso televisivo, aggiungendo che gli anziani over65 dovranno continuare a rimanere a casa. Sul fronte economico, ha annunciato aiuti per le imprese che mantengano la forza lavoro e sussidi per le famiglie con figli. A Mosca, dove si è registrato il maggior numero di contagiati, riapriranno domani industrie e cantieri. Intanto sono migliorate le condizioni di salute del premier Mikhail Mishustin, risultato positivo al COVID-19.

RG 18.30 dell'11.05.2020 Il servizio di Chiara Savi
11.05.2020 ore 16:39
Mascherine e disinfettanti nei distributori automatici

Da lunedì oltre 3’000 distributori Selecta si adatteranno al periodo di pandemia offrendo mascherine protettive e gel disinfettanti 24 ore su 24. La società ha fatto confezionare apposta per i propri distributori mascherine del tipo FFP 2.

Distributori automatici anti-Covid
11.05.2020 ore 16:34
Regno Uniti, 210 morti nelle ultime 24 ore

Sono 210 le persone morte nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, ieri erano state 246. I decessi dall’inizio della pandemia sono 32’065, stando a quanto affermato dal Ministero della sanità. Secondo un’elaborazione statistica però sarebbero molti di più, oltre 36’500. Sono 223’000 i contagiati.

11.05.2020 ore 16:11
Riapre l'aeroporto di Basilea

L’aeroporto di Basilea-Mulhouse si appresta ad accogliere nuovamente il traffico turistico e i voli passeggeri. EuroAirport ha annunciato un prossimo ritorno alla normalità nell’ambito delle misure di deconfinamento decise dalla Svizzera con la Francia questo lunedì.

Per il momento è aperta solo una delle tre zone di controllo dei passeggeri.

11.05.2020 ore 16:03
Ginevra, mascherine gratis su autobus e tram

Lunedì alcuni collaboratori dei Trasporti Pubblici Ginevrini (TPG) hanno distribuito gratuitamente mascherine a tutti i passeggeri. L’operazione verrà ripetuta tutti i giorni all’ora di punta per le prossime due settimane ed è resa possibile dal fatto che il Cantone ha donato ai TPG 250’000 mascherine.

La Confederazione ha infatti raccomandato di indossarle quando sui mezzi pubblici non si può rispettare la distanza sociale.

11.05.2020 ore 15:43
Agli indipendenti più soldi, anche retroattivi

La cassa di compensazione cantonale ticinese si adegua alla decisione federale di cambiare i parametri per le indennità IPG Corona: per gli indipendenti sarà emesso un nuovo conteggio e verrà versata la differenza

Indennità a indipendenti, si cambia

Il calcolo è stato modificato in favore dei richiedenti: ora il cantone si adegua, in arrivo versamenti retroattivi

11.05.2020 ore 15:40
La Croazia riapre quasi tutto

Da lunedì, in Croazia, inizia la terza fase di allentamento delle misure restrittive contro la pandemia. Come parte della nuova fase, riprendono quasi tutte le attività produttive e i servizi pubblici e privati. Da sabato scorso, inoltre, sono aperte anche le frontiere per i cittadini dell’UE con valide ragioni lavorative o familiari. Come in Svizzera, sono inoltre state aperte le scuole primarie, e rimangono chiusi licei e università. Chiuse anche le scuole medie.

Il ritorno alla normalità sta avvenendo in Croazia già da qualche settimana, ma le nuove misure non riguardano l’isola di Brač, in Dalmazia, dove da alcuni giorni è stato individuato un nuovo focolaio di circa 30 contagiati. L’isola è sotto stretta quarantena.

11.05.2020 ore 15:28
La Francia riparte, anche in treno

Giornata di riaperture anche in Francia. Sui trasporti pubblici utenti in aumento e le distanze non sono sempre state rispettate. Nel complesso, però, una parte dell’utenza ha recepito il messaggio di evitare l’ora di punta

Parigi "riscopre" il metrò

Allentamento delle misure in Francia: i primi convogli di lunedì erano occupati più del previsto ma nel complesso "consegne rispettate"

11.05.2020 ore 15:15
Riaperta una ventina di valichi

All’inizio della pandemia, la Svizzera aveva chiuso 130 posti di frontiera. Da allora ne ha riaperti una ventina, ma la misura va concordata con i paesi confinanti, ha detto in conferenza stampa Christian Bock dell’Amministrazione federale delle dogane. “Nessun paese apre le sue frontiere unilateralmente”, ha precisato. Nel frattempo sono 68’000 le persone respinte alle frontiere e 1’635 i turisti dello shopping multati.

RG 18.30 dell'11.05.2020 La voce di Christian Bock
11.05.2020 ore 15:06
Approvvigionamenti garantiti

La Confederazione ha distribuito ai commercianti al dettaglio, fino ad ora, 42 milioni di mascherine, 18 dei quali solo nelle ultime due settimane, e attualmente ci sono altri 30 milioni di mascherine in arrivo. Confederazione e Cantoni, per il momento, ne hanno 100 milioni di riserva, circa 4 milioni del tipo FFP2, e 161’000 litri di disinfettante. “Le forniture sono garantite”: lo assicura in conferenza stampa da Berna Markus Näf, coordinatore dell’approvvigionamento del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport.

Per ora sono stati spesi, per gli approvvigionamenti, 264 milioni di franchi, che sono solo l’11% del credito previsto.

11.05.2020 ore 14:58
Ripartenza lenta e bagnata per i ristoranti

C’è chi non ha perso tempo per riassaporare un caffè al bar, ma pochi clienti per pranzo in Piazza Riforma a Lugano

Bar e ristoranti, lenta ripartenza

C'era grande attesa per la riapertura degli esercizi della ristorazione, possibile da lunedì. Ma la pioggia e, forse, il timore, frenano gli entusiasmi

11.05.2020 ore 14:25
Cifre stabilizzate per lavoro ridotto e disoccupazione

185’375 aziende hanno chiesto e ottenuto il lavoro ridotto per 1’868’500 persone, più di un terzo della popolazione attiva: sono i dati aggiornati forniti in conferenza stampa da Boris Zürcher della SECO. Dopo il forte interesse iniziale “non c’è più un forte aumento”, ha constatato. Sono invece 159’526 i disoccupati annunciatisi fino a ieri sera a un ufficio cantonale: dopo lo shock di marzo, anche in questo caso le cifre sono piuttosto stabili

11.05.2020 ore 14:15
Persone a rischio, meno cautele
Koch: "le persone a rischio possono ora uscire di più"

Le persone a rischio possono cominciare a muoversi un po’ più liberamente, ha detto Daniel Koch dell’UFSP in conferenza stampa, evitando ancora per esempio di prendere i mezzi di trasporto pubblici, perlomeno negli orari di punta, e di fare la spesa di persona se possibile. La Confederazione ha adattato le sue raccomandazioni anche per quanto riguarda le case di riposo: dopo otto settimane, e a dipendenza della situazione locale di ogni cantone, si può cominciare a pensare a un allentamento e a riallacciare i rapporti con l’esterno. Laddove si tornerà alle visite, tuttavia, le misure di protezione (come le distanze), dovranno essere ancora rispettate

11.05.2020 ore 14:11
Koch: chi presenta sintomi similinfluenzali dovrebbe farsi testare

Nella fase attuale, “tutte le persone che presentano sintomi similinfluenzali dovrebbero ora farsi testare”, ha detto Daniel Koch nel suo intervento alla conferenza stampa a Berna sugli ultimi sviluppi dell’evoluzione della pandemia in Svizzera.

11.05.2020 ore 14:07
Koch: "Possiamo essere contenti di questa evoluzione"

“La curva si sta effettivamente appiattendo (...) e anche le cifre sui ricoveri in ospedale stanno scendendo. E queste sono belle notizie” ha dichiarato Daniel Koch, delegato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per l’emergenza coronavirus, commentando in conferenza stampa a Berna gli ultimi sviluppi della pandemia in Svizzera. “Possiamo essere contenti di questa situazione e dobbiamo dire che la popolazione svizzera si è comportata in modo eccezionale”, ha sottolineato. Malgrado le riaperture, con le misure di contact tracing e un isolamento dei casi identificati Koch si attende che le cifre possano continuare a scendere

11.05.2020 ore 13:48
Sommaruga in visita alle FFS

Simonetta Sommaruga ha voluto sincerarsi oggi del ritorno a regime dei trasporti pubblici, recandosi in visita alla stazione di Berna e all’adiacente centrale di gestione del traffico ferroviario.

11.05.2020 ore 13:32
Il risveglio della Bahnhofstrasse

Oggi è il giorno della riapertura anche per molti negozi di abbigliamento, scarpe, gioielli,... Un momento atteso a lungo da clienti e commercianti, ma legato ancora a diverse incertezze su come riprenderanno gli affari. E allora come è andata questa prima mattinata di acquisti? Gianluca Olgiati è andato nella via simbolo dello shopping in Svizzera, la Bahnhofstrasse di Zurigo. La voglia di normalità traspariva: c’erano ragazze in attesa già una ventina di minuti prima dell’apertura del negozio di un marchio di abbigliamento in voga fra i giovani, piuttosto signore invece in coda per accedere al punto vendita di un negozio di accessori di moda francese. Tuttavia, molte vetrine di gioiellerie erano ancora spoglie, segno di un lento risveglio. “Happy to see you again”, si leggeva sul grande striscione rosso sulla facciata di un centro commerciale, ma l’affollamento non era tale da faticare a rispettare le distanze

RG 12.30 dell'11.05.2020 La corrispondenza di Gianluca Olgiati
11.05.2020 ore 13:22
Trasporti pubblici poco affollati

Nella Svizzera tedesca e francese sembra essere stata una ripresa soft sul fronte dei trasporti pubblici. Il numero dei pendolari era in crescita rispetto alle scorse settimane, ma non è stato segnalato nessun particolare affollamento. Distanze più o meno mantenute, salvo forse al momento di salire a bordo, e poche -pochissime- mascherine. La corrispondenza è di Gian Paolo Driussi

RG 12.30 dell'11.05.2020 La corrispondenza di Gian Paolo Driussi
11.05.2020 ore 12:53
Produzione calata di un quarto

La produzione dell’economia svizzera è calata del 25% durante il periodo del lockdown, secondo la SECO, che ha confermato quanto anticipato dalla NZZ. Questo equivale a 21-30 miliardi di franchi, che diventeranno dai 30 agli 80 entro fine anno, a condizione che non sia necessaria una nuova chiusura delle attività.

Gli affari languono per esempio nell’industria metalmeccanica ed elettrica svizzera a causa del coronavirus. In una nota odierna di Swissmem, l’organizzazione che raggruppa le imprese attive nel ramo, a partire da aprile il settore si attende un vero tracollo degli affari. Solo nel primo trimestre è stata registrata una contrazione delle esportazioni dell’8,4% su un anno, a 15,8 miliardi di franchi, precisa una nota odierna. Ma le cattive notizie non si limitano solo alle esportazioni. Nei primi tre mesi, le entrate in portafoglio sono scese su un anno del 2% e il fatturato del 5,7%. Stando all’associazione del ramo, le cifre presentate oggi fotografano soprattutto la situazione prima del confinamento: nel secondo e terzo trimestre si dovrebbe verificare un netto aggravamento. Il servizio è di Marzio Minoli

RG 12.30 dell'11.05.2020 Il servizio di Marzio Minoli
11.05.2020 ore 12:46
Il campionato di hockey cambia per dare stabilità ai club

Le novità: pre-playoff e nessuna retrocessione

La Lega riunita a Berna ha deciso queste soluzioni per dare stabilità finanziaria ai club

11.05.2020 ore 12:43
Il virus in 200 varianti

Sono circa 200 le mutazioni più frequenti trovate nel nuovo coronavirus, identificate analizzando il genoma del virus di 7’500 persone positive. Il risultato, descritto sulla rivista Infection, Genetics and Evolution dall’University College London, sarà utile alle ricerche su farmaci e vaccini, e a capire come il virus SarsCov2 si sta adattando all’uomo. In particolare gli studiosi hanno visto che gran parte delle mutazioni sono presenti in tutti i paesi più colpiti, il che suggerisce che vi sia stata una massiccia trasmissione globale dall’inizio dell’epidemia, con più ingressi indipendenti del virus nei vari paesi e l’assenza di un singolo paziente zero. Ciò confermerebbe anche che il virus è nato solo recentemente, alla fine del 2019, prima di diffondersi in tutto il mondo.

11.05.2020 ore 12:34
Ancora otto intubati in Ticino

Nelle strutture ospedaliere ticinesi dedicate alla cura dei pazienti affetti dal coronavirus sono attualmente ricoverate 80 persone: 70 in reparto e 10 in terapia intensiva, di cui 8 intubate. Dall’inizio della pandemia sono state dimesse dalle strutture sanitarie 847 persone, nessuna nelle ultime ventiquattro ore.

11.05.2020 ore 12:19
Contagi in calo in Svizzera

Cala il numero di nuove infezioni accertate in laboratorio in Svizzera. Oggi ne sono state comunicate 39 (44 ieri, 54 sabato), per un totale che raggiunge le 30’344 unità. Degli oltre 312’000 test effettuati finora, circa l’11% è risultato positivo. Più tamponi possono essere stati fatti alla stessa persona. L’incidenza della malattia (casi per 100’000 abitanti) a livello nazionale si situa a 354, 916 invece in Ticino, superato solo da Ginevra.

Il coronavirus ha causato fin qui la morte di 1’543 persone secondo il conteggio dell’Ufficio federale della sanità pubblica, con un incremento di 5 morti. Il sito corona-data.ch, che aggrega i dati cantonali, recensisce invece quasi 300 decessi in più, ovvero 1’833.

11.05.2020 ore 12:00
Zugo, centinaia di persone al lago

Durante il finesettimana si sono registrati vari assembramenti in riva al lago nel canton Zugo. Sono iniziati nel corso di sabato pomeriggio sul lago di Zugo e sull’Ägeri, spingendo la polizia a intervenire più volte con l’ausilio di megafoni.

Sabato sera, con l’arrivo della pioggia, più di 200 persone si sono riparate al coperto nello spazio ristretto del Katastrophenbucht. La polizia è intervenuta nuovamente mandando a casa la folla, prevalentemente composta da giovani e adolescenti.

Lo stesso scenario si è ripetuto il giorno dopo al lido Brüggli, dove è stato sciolto un altro assembramento di 200 persone, tra le quali molte famiglie.


11.05.2020 ore 11:55
62 decessi e primi allentamenti in Belgio

Nelle ultime 24 ore in Belgio si segnalano 60 nuovi ricoveri per infezione da coronavirus. Parallelamente sono 55 i pazienti dimessi. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie locali, precisando che da ieri si contano 62 nuovi decessi che portano il bilancio totale delle vittime a 8’707. Sono invece 368 i nuovi casi segnalati nelle ultime per un totale di 53’449. Da oggi il paese entra in una nuova fase, con un allentamento progressivo delle misure di lockdown. Riaprono infatti i negozi, ma a certe condizioni: un solo cliente per 10 metri quadrati per un massimo di 30 minuti, al quale si consiglia di indossare la mascherina e di recarsi vicino casa o nei pressi del posto di lavoro. Dal 18 maggio ci sarà una ripresa parziale delle scuole primarie e secondarie, ma con un massimo di dieci alunni per classe.

11.05.2020 ore 11:48
Assemblea dell'OMS, Pechino contro la presenza di Taiwan

La Cina ha manifestato la sua “forte opposizione”, presentando una protesta formale contro la Nuova Zelanda, invitata “a rispettare il principio della Unica Cina”. Lo ha dichiarato il portavoce del ministero degli esteri di Pechino, Zhao Lijian, in relazione alla proposta di Winston Peters, vicepremier e ministro degli esteri neozelandese, di permettere a Taiwan di partecipare come Stato osservatore all’assemblea plenaria dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), in programma a Ginevra dal 17 al 21 maggio prossimi.

11.05.2020 ore 11:30
Prime riaperture e decessi in calo in Spagna

Assembramenti fino a 10 persone, piccoli commerci, chiese, musei e le terrazze di bar e ristoranti possono riaprire con limitazioni da oggi in parte della Spagna. Sono escluse da questa fase di allentamento delle misure di confinamento, fra le altre, le città di Barcellona e Madrid. Questo mentre le autorità sanitarie hanno annunciato 123 decessi nelle ultime 24 ore, il dato più basso da sette settimane (domenica erano stati 143), e 3’000 nuovi contagi. I rispettivi totali sono di 26’744 e 227’436.

11.05.2020 ore 11:15
Ripartono anche i ristoranti

Il lunedì delle riaperture riguarda anche i ristoranti ticinesi. La ripresa delle attività è consentita con il rispetto delle debite precauzioni igieniche, quella più importante riguarda il distanziamento sociale: i clienti potranno sedersi massimo in quattro ad ogni tavolo e i tavoli dovranno essere distanziati di due metri l’uno dall’altro o separati con elemento divisorio. Per il personale è consigliato l’uso di mascherine o visiere, non obbligatori però durante il servizio. È invece stato accantonato l’obbligo di fornire nome e numero di telefono, che il locale dovrà cancellare dopo 15 giorni: il provvedimento è solo facoltativo.

Si torna al ristorante
11.05.2020 ore 11:12
Croce Rossa, 1000 franchi alle famiglie in difficoltà

Un aiuto immediato del valore massimo di 1’000 franchi al mese per aprile, maggio e giugno. È quanto mette a disposizione la Croce Rossa Svizzera (CRS) alle famiglie bisognose nel quadro dell’attuale situazione di crisi causata dal coronavirus.

“Le conseguenze economiche dell’epidemia si sentiranno ancora a lungo”, scrive in una nota l’organizzazione. Il contributo offerto, per il quale si può fare richiesta, è pensato per aiutare le persone ad affrontare le spese quotidiane per generi di prima necessità.

La CRS porta avanti questa iniziativa da diverse settimane. Agli interessati basta rivolgersi all’associazione cantonale più vicina al loro domicilio.

11.05.2020 ore 10:22
La Russia ha più contagi di Italia e Regno Unito

La Russia nelle ultime 24 ore ha registrato un nuovo record di contagi, ben 11’656, arrivando a toccare quota 221’344 di casi certificati di coronavirus, superando così Italia e Regno Unito. Lo riporta la task force nazionale anti COVID-19. I morti in totale sono invece 2’009. Stando ai dati della Johns Hopkins, la Russia ora è dietro alla Spagna e agli Usa nei contagi totali (ma non in rapporto alla popolazione).

11.05.2020 ore 10:19
Classi dimezzate e distanze sociali: si torna in aula

Sono riprese le lezioni in presenza, dopo quasi due mesi a distanza

In Ticino si torna a scuola

Classi suddivise e distanziamento sociale: ricominciano le lezioni in presenza, ma rimangono in parallelo quelle a distanza

11.05.2020 ore 10:08
L'evoluzione dei contagi in Ticino
11.05.2020 ore 10:05
Nessun nuovo decesso in Ticino

In Ticino non è stato registrato nelle ultime 24 ore alcun nuovo decesso a causa del coronavirus. Noin accadeva dal 13 marzo. È il dato in evidenza in base alle ultime cifre fornite stamani dal cantone. Sul fronte dei contagi, se ne registrano altri 3 che portano così il totale a 3’268. Sempre 847 i pazienti finora dimessi dagli ospedali.

Zero decessi in Ticino

Non accadeva da due mesi - Il bilancio rimane stabile anche nei Grigioni

11.05.2020 ore 09:52
Due nuovi contagi nei Grigioni

Dopo il weekend, il canton Grigioni è tornato ad aggiornare il suo bilancio: rispetto alla fine della settimana scorsa, si registrano due nuovi contagi, per un totale di 820. Il numero dei morti è ormai da due settimane fermo a 45. In ospedale sono ancora ricoverate 11 persone

11.05.2020 ore 09:39
Riaperture progressiva in Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda eliminerà quasi completamente il lockdown imposto per far fronte alla pandemia di coronavirus nei prossimi 10 giorni: lo ha annunciato oggi la premier Jacinda Ardern in un discorso tv sottolineando che alcune restrizioni rimarranno in vigore. Da questo giovedì riapriranno i centri commerciali, i ristoranti, i cinema e le aree gioco per i bambini. La premier ha avvertito che “nessuno di noi può presumere che Covid non sia tra noi”. Finora la Nuova Zelanda, che ha una popolazione di cinque milioni di abitanti, ha registrato finora 1147 casi di coronavirus, inclusi 21 decessi. Nella fase attuale il distanziamento sociale dovrà essere ancora rispettato ed i confini resteranno chiusi.

11.05.2020 ore 09:13
Festa al lago in barba ai divieti

Fra i 200 e i 300 giovani, in molti casi alticci, si sono dati appuntamento nella notte tra sabato e domenica in riva al lago di Neuchâtel, a Auvernier (NE). La polizia ha deciso di non intervenire per motivi di sicurezza, dopo che quattro agenti erano stati accolti da lanci di bottiglie e cibo. Le prescrizioni sanitarie ancora in vigore, che vietano gli assembramenti, sono state chiaramente violate, ma per i partecipanti alla festa non ci saranno probabilmente conseguenze, visto che la maggior parte non è nemmeno stata identificata.

11.05.2020 ore 09:13
Ritorno fra i banchi, fra polemiche, nelle scuole retiche

Grigioni, scuole riaperte e polemiche

Ritorno sui banchi fra controversie: classi intere in presenza e distanza sociale solo per i docenti

11.05.2020 ore 09:08
Riaprono diversi valichi minori

L’ondata di riaperture di oggi è accompagnata da quella di una quindicina di valichi minori che, in Svizzera, erano rimasti chiusi nelle ultime settimane. Sono toccati otto cantoni, per quanto riguarda il Ticino sono nuovamente transitabili

Sempre più valichi aperti
11.05.2020 ore 09:03
Il nuovo bilancio tedesco

Il numero di casi confermati è salito a 169’575 in Germania, mentre i decessi sono ormai 7’417, secondo i dati dell’istituto Robert Koch. Questo rappresenta 357 infezioni e 22 morti nelle ultime 24 ore.

11.05.2020 ore 07:57
Cresce la pandemia in Sudamerica

Nuova accelerazione della pandemia in Sudamerica, dove in meno di 24 ore i contagi sono cresciuti di 18’000 unità, raggiungendo quota 361’593. Nuovi 1’300 decessi hanno inoltre portato a 20’149 il bilancio complessivo delle vittime. È quanto emerge da una statistica elaborata dall’ANSA per 34 nazioni e territori latinoamericani. Il Brasile si conferma il Paese più colpito con 162’699 contagiati e 11’123 morti. Seguono Perù (67’307 e riipsettivamente 1’889) ed Ecuador (29’559 e 2’127).

11.05.2020 ore 07:53
"Fase due" e FFS, treni per Zurigo e Losanna poco affollati

Da oggi, contestualmente alla “fase due” di gestione della crisi coronavirus, i trasporti pubblici in Svizzera tornano in gran parte a circolare secondo l’orario abituale. Secondo quando osservato a Berna da un giornalista dell’agenzia Keystone-ATS, i treni da e per Losanna e Zurigo appaiono solo moderatamente occupati e i passeggeri, generalmente, non portano mascherine protettive. Le aziende di trasporto raccomandano agli utenti di indossarne una quando lo spazio è limitato.

11.05.2020 ore 07:34
Romania, musicisti che danno conforto negli ospedali


Beethoven contro il coronavirus

A Timisoara un giovane pianista ha portato un po’ di gioia e conforto a medici, infermieri e pazienti dell’ospedale

11.05.2020 ore 07:20
Nuovi casi in Cina

La Cina ha registrato domenica 17 nuovi casi di coronavirus, toccando i massimi delle ultime due settimane. Di questi casi, 7 importati nella regione della Mongolia interna e 10 domestici, suddivisi tra le province di Hubei (5), Jilin (3), Liaoning (1) e Heilongjiang (1). I contagi dell’Hubei fanno capo al capoluogo Wuhan, il focolaio della pandemia.

11.05.2020 ore 07:07
Pandemia e impatto sul petrolio, prezzi ancora in calo

I prezzi del petrolio sono tornati a scendere lunedì negli scambi asiatici, dopo i forti guadagni della scorsa settimana. Il benchmark americano West Texas Intermediate (Wti) è calato del 2,95% a 24,01 dollari al barile. Quello internazionale del Brent veniva scambiato a inizio mattinata a 30,27 dollari al barile, in perdita del 2,26%

11.05.2020 ore 07:04
Dati più positivi dagli Stati Uniti

In calo negli Stati Uniti il numero delle vittime della pandemia

USA, decessi in netto calo

Registrate meno di 800 persone decedute, valore più basso da oltre un mese. Il vicepresidente Mike Pence non va in quarantena