Dal furgone portavalori rapinato a Chavornay si sono volatilizzati dai 20 ai 30 milioni di franchi (keystone)

Portavalori, rilasciati in tre

L'autista, la figlia e un collega erano sottoposti a misura cautelare per il rapimento con riscatto di giovedì

martedì 13/02/18 15:54 - ultimo aggiornamento: martedì 13/02/18 18:15

Il portavalori che guidava il furgone rapinato giovedì sera a Chavornay (VD), la figlia e un collega sono stati rilasciati martedì dalla polizia francese di Lione, ma non è chiaro se gli inquirenti li considerino innocenti per il caso del rapimento con riscatto. I tre erano stati convocati sabato per essere interrogati. Da lunedì si trovavano in "garde à vue", una misura che permette di proseguire l'inchiesta privando della libertà - per un massimo di 96 ore - le persone sospette.

La figlia 22enne del portavalori aveva dichiarato di essere stata rapita giovedì a Lione da due uomini che l'hanno poi costretta a contattare il padre, per chiedergli un riscatto.

Cittadino francese residente a Annemasse (F) - vicino a Ginevra - il padre guidava un furgone portavalori (con 20/30 milioni di franchi) nel canton Vaud, in compagnia di un collega. L'uomo ha consegnato il denaro a uomini armati vicino a Chavornay. Tornata in libertà, la figlia del trasportatore è stata poi trovata da un passante sul ciglio di una strada di Tramoyes.

ATS/M. Ang.

 

Seguici con