Preventivo, la spola continua

Permangono le divergenze, e alcune non da poco, sul preventivo 2019 della Confederazione, giovedì di nuovo sotto la lente del Nazionale, il quale ha ribadito, in seconda lettura, di voler fare delle economie. I tagli confermati concernono, tra l'altro, le spese per beni e servizi (-19 milioni), quelle per gli Uffici federali della sanità pubblica (-1,4), e del servizio civile (-1,6), quelle per il Controllo federale delle finanze (-2) e quella per l'aiuto sociale nel settore dell'asilo (-45). La Camera del popolo s'è invece allineata a quella dei cantoni, a cui l'oggetto ora ritorna, su certuni contributi per la formazione e la ricerca.
Condividi