La decisione è stata presa in accordo con i presidenti dei vari gruppi parlamentari
La decisione è stata presa in accordo con i presidenti dei vari gruppi parlamentari (keystone)

Punto d'ascolto anti molestie

I parlamentari federali vittime di avances indesiderate potranno rivolgersi anonimamente a un centro indipendente

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I membri del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati vittime di molestie sessuali o che hanno domande al riguardo, da gennaio potranno rivolgersi a una struttura specializzata indipendente. Lo hanno reso noto mercoledì i servizi del Parlamento, precisando che l'anonimato è garantito. I costi (3'600 franchi) sono assunti dalla Confederazione.

Martedì, in accordo con i presidenti dei gruppi parlamentari, è stato concluso un accordo con l'organizzazione Fachstelle für Mobbing und Belästigung (Centro per il mobbing e le molestie). L'esperienza è per il momento limitata a un anno, ma in caso di successo potrebbe essere prolungata. La decisione è stata presa in seguito alla cosiddetta "vicenda Buttet", il consigliere nazionale, Yannick Buttet (PPD/VS) che si è ritirato temporaneamente dalle sue funzioni politiche in seguito ad una vicenda di stalking.

 

ATS/eb

Condividi