Riapre la Cinémathèque Suisse

Uno degli archivi audiovisivi più importanti del mondo ha riaperto mercoledì al pubblico a Losanna con una rassegna sul cinema fantastico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Cinémathèque Suisse (Archivio nazionale del film) ha riaperto mercoledì le sue sale a Losanna. "Siamo molto mancati – ha affermato il responsabile della comunicazione della cinemateca, Christophe Bolli - perché abbiamo ricevuto moltissimi messaggi di incoraggiamento da parte del pubblico".

Tre proiezioni al giorno di tre film diversi, e tra le pellicole presenti per il ciclo NIFFF: 20 anni di film fantastici (fino al 30 aprile) opere del calibro di "Melancholia" (Lars Von Trier), "Zatoichi" (Takeshi Kitano) ed "Enter the Void" (Gaspar Noé).

La Cinémathèque suisse colleziona tutto ciò che concerne la diffusione di arte cinematografica in Svizzera, non limitandosi alle produzioni nazionali ma comprendendo film di ogni genere, provenienza e tipo. Con 70'000 copie, 2,8 milioni di fotografie e 300'000 manifesti, secondo la Federazione internazionale degli archivi filmografici, la Cinémathèque si colloca al sesto posto fra gli archivi filmografici più importanti del mondo.

ATS/Bleff
Condividi