La prevista crescita dei prezzi dell'elettricità aiuterà la diffusione degli impianti fotovoltaici (archivio tipress)

Rinnovabili, attesa più corta

Entro fine 2019 saranno evase le domande di sostegno per i piccoli impianti fotovoltaici, presentate entro lo scorso 30 giugno

Le liste d'attesa in materia di sostegno per gli impianti che producono elettricità da fonti rinnovabili si stanno riducendo. Lo indica venerdì l'Ufficio federale dell'energia (UFE) precisando che quest'anno la Confederazione ha sostenuto circa 8'500 nuovi impianti.

Per quanto riguarda i piccoli impianti fotovoltaici - ossia con una potenza fino a 100 kW - quest'anno la rimunerazione unica verrà versata a 6'800 installazioni, per un totale di 178 milioni di franchi. Entro fine 2019, grazie ai mezzi disponibili, saranno evase tutte le domande presentate entro il 30 giugno scorso per un totale di 13'260 impianti (potenza complessiva: 260 MW).

Per i grandi impianti fotovoltaici - con potenza superiore a 100 kW - sono 292 i richiedenti che riceveranno una garanzia di versamento della rimunerazione unica entro fine anno, per un importo totale pari a 22 milioni di franchi. Entro fine 2019 sarà poi versata la rimunerazione a tutti gli impianti la cui domanda è stata depositata entro il 30 settembre 2013 (circa 605 installazioni già realizzate, con una potenza totale di circa 172 MW, e 1073 ancora da costruire, pari a 330 MW).

In merito alla rimunerazione per l'immissione di elettricità per impianti fotovoltaici, eolici, a biomassa, geotermici e piccoli impianti idroelettrici, nel 2018 sono stati ammessi 230 impianti. Vista la prevista crescita dei prezzi del mercato dell'elettricità, nel 2019 si potrà smaltire in modo significativo la relativa lista d'attesa.

ATS/M. Ang.

Condividi