(Archivio keystone)

Spunta l’idea di tassare i ciclisti

Una mozione del Nazionale vuole far pagare una "vignetta" per contribuire al finanziamento dell’ampliamento delle piste ciclabili

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una vignetta per le biciclette per contribuire alla costruzione di nuove ciclopiste: è l’idea del consigliere nazionale argoviese dell’UDC Benjamin Giezedanner, che ha inoltrato una mozione sottoscritta da 44 parlamentari, tra cui il ticinese Fabio Regazzi.

La proposta, scrive il domenicale SonntagsZeitung, è di far pagare ai ciclisti 20 franchi all’anno, per finanziare in parte l’ampliamento della rete di piste ciclabili appena avallato dal Parlamento. Ampliamento che stando a Giezendanner costerà circa due miliardi di franchi. Attualmente non è tuttavia ancora noto quanto peserà sulle finanze pubbliche questa espansione delle cosiddette ciclovie.

Secondo il promotore, questa misura dovrebbe far confluire nelle casse dello Stato circa 100 milioni di franchi all’anno.

Le associazioni a difesa dei ciclisti si dicono però contrarie. “Tutti beneficeranno di questo ampliamento”, anche per ragioni di sicurezza, ha replicato il consigliere nazionale Matthias Aebischer (PS/BE), presidente di Pro Velo Svizzera.

Sì alle piste ciclabili

Sì alle piste ciclabili

TG 12:30 di martedì 28.09.2021

 
ATS/ludoC
Condividi