Il "senatore" e presidente dell'UDC durante l'ultima sessione al Consiglio degli Stati (keystone)

Successione Maurer: “Una rosa di candidati”

Per il presidente dell’UDC Marco Chiesa il partito dovrebbe proporre una selezione di persone, non un solo nome – “Unica certezza: la provenienza dalla Svizzera tedesca”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'UDC dovrebbe proporre alle Camere federali più di una persona per la successione del Consigliere federale uscente Ueli Maurer. "Penso che probabilmente ci sarà una selezione e non un candidato unico", ha detto il presidente UDC Marco Chiesa in un'intervista al "Sonntagsblick". Alla fine, però, sarà il gruppo parlamentare a decidere, ha dichiarato nell'intervista il 47enne leader del partito e consigliere agli Stati ticinese.

"L'unica cosa certa è che il candidato verrà dalla Svizzera tedesca" ha chiarito Chiesa nell’intervista.

Il presidente UDC Marco Chiesa

Il presidente UDC Marco Chiesa

TG 20 di venerdì 30.09.2022

 

Il ticinese alla guida dei democentristi si aspetta una candidatura dal canton Zurigo. Nel cantone economicamente più importante e più popoloso, da cui proviene lo stesso Ueli Maurer, il nome più in vista nel "toto-successione" è quello dell'attuale consigliera di Stato - e per tre legislature consigliera nazionale - Natalie Rickli, che ieri (sabato) ha detto di dover ancora riflettere su un'eventuale candidatura.

SEIDISERA del 30.09.2022: Post-Maurer, le prospettive
SEIDISERA del 30.09.2022: Post-Maurer, le prospettive
 

Il ticinese ritiene possibile anche una candidatura da Berna, dove il consigliere nazionale ed ex presidente dell'UDC Albert Rösti, a sua volta indicato fra i favoriti, ha detto sempre ieri di valutare la propria candidatura. Il fatto che Rösti e la consigliera federale Simonetta Sommaruga (PS) sono entrambi bernesi non rappresenta un problema per Chiesa: "Non sarebbe la prima volta che due rappresentanti dello stesso Cantone sono in Consiglio federale".

Brunner esclude il ritorno in politica, la compagna Esther Friedli possibilista

Nel frattempo l'ex presidente dell'UDC Toni Brunner ha escluso un ritorno in politica come possibile successore di Maurer, mentre la sua compagna e consigliera nazionale Esther Friedli, invece, lascia aperta una candidatura. "È ancora troppo presto per dire sì o no a un'eventuale candidatura", ha dichiarato alla "NZZ am Sonntag" la 45enne consigliera nazionale sangallese. Friedli è nel Parlamento federale dal 2019. I media e il presidente del partito Marco Chiesa la annoverano tra i candidati validi.

Toni Brunner ha invece chiaramente detto no: "Non mi sarei dimesso dal Consiglio nazionale nel 2018 se avessi voluto diventare consigliere federale", ha dichiarato.

La scadenza al 21 ottobre

Le sezioni cantonali dell'UDC hanno tempo fino al 21 ottobre per presentare alla commissione cerca le candidature alla successione. Il gruppo parlamentare UDC selezionerà poi le candidature da sottoporre al Parlamento il 18 novembre. L'elezione del nuovo Consigliere federale avverrà durante la sessione invernale dell'Assemblea federale il 7 dicembre.

 
ATS/dielle
Condividi