Il nodo principale è legato alle misure di accompagnamento alla libera circolazione delle persone in vigore in Svizzera a protezione dei salari dei lavoratori
Il nodo principale è legato alle misure di accompagnamento alla libera circolazione delle persone in vigore in Svizzera a protezione dei salari dei lavoratori (keystone)

Svizzera-UE, l’intesa non c’è

Le trattative di Bruxelles hanno fatto registrare progressi, ma non risolutivi. La Commissione dovrà prendere una decisione politica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli incontri tra Svizzera e Unione europea svoltisi negli ultimi giorni a Bruxelles hanno portato a un avvicinamento tra le parti, ma l’intesa per l’accordo quadro in discussione dal 2014 non c’è ancora.

I negoziatori elvetici subito dopo l'incontro
I negoziatori elvetici subito dopo l'incontro (RSI/T.M.)

Al termine di una ulteriore tornata di trattative svoltasi martedì, alla quale per la Confederazione erano presenti i segretari di Stato Roberto Balzaretti della direzione degli affari europei e Mario Gattiker della migrazione, la portavoce dell'Esecutivo UE ha diffuso una nota nella quale afferma che qualche progresso è stato fatto ma non si è trattato di passi avanti risolutivi. "Le maggiori questioni politiche restano aperte. In tal senso la Commissione europea dovrà ora valutare a livello politico come procedere", viene spiegato.

 

La nota non fa cenno a un eventuale colloquio sul tema tra i presidenti Jean-Claude Juncker e Alain Berset in occasione del vertice euro-asiatico in programma giovedì e venerdì nella capitale belga.

Diem
Condividi