Parmelin e Suga in posa per la foto di rito (keystone)

Svizzera e Giappone più vicini

Guy Parmelin ha incontrato Yoshihide Suga a Tokyo e ha sottolineato la necessità di aggiornare l'accordo di libero scambio esistente tra i due paesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha incontrato il primo ministro giapponese Yoshihide Suga a Tokyo. Suga si è detto pronto a studiare le opportunità per migliorare l'attuale accordo di libero scambio,  ha detto oggi Parmelin in un collegamento video.

Le economie dei due Paesi sono fortemente legate, ha detto il presidente della Confederazione. Era il primo incontro ufficiale di Parmelin in occasione del suo soggiorno in Giappone. Gli incontri previsti ieri tra il presidente della Confederazione e l'imperatore giapponese Naruhito e il ministro degli esteri Toshimitsu Motegi erano saltati a causa di un problema tecnico al jet del Consiglio federale.

In una conferenza stampa, Parmelin ha descritto il viaggio come difficile. Ha sottolineato l'importanza del Giappone come secondo più importante partner commerciale della Svizzera in Asia. Ha anche sottolineato la necessità di aggiornare l'accordo di libero scambio esistente tra i due paesi.

Il primo ministro Suga si è detto essere disposto a considerare i miglioramenti a lungo discussi dell'accordo di libero scambio, entrato in vigore dal 2009.

In seguito all'accordo di libero scambio tra il Giappone con l'Unione europea (UE) si tratta in particolare per la Svizzera di migliorare l'accesso al mercato. A causa della pandemia di Covid-19, il dossier è rimasto un po' indietro. Ma ora inizieranno i colloqui tecnici.

Il consigliere federale si è anche rallegrato per l'apertura di una nuova sede della rete svizzera per la formazione, la ricerca e l'innovazione all'estero, Swissnex, presso il consolato di Osaka che dovrebbe iniziare le attività nella prima metà del 2022.

ats/joe.p.

 
Condividi