Swiss torna nelle cifre nere durante il primo semestre 2022 dopo due annate difficili (Keystone)

Swiss torna a registrare utili

La compagnia aerea evidenzia un attivo nel primo semestre 2022, dopo i pesanti passivi dei due anni precedenti provocati dalla pandemia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La compagnia aerea Swiss è tornata in attivo nei primi sei mesi del 2022, registrando un risultato operativo positivo di 67 milioni di franchi dopo una perdita operativa di 398,2 milioni dell'anno precedente. Il vettore nazionale prevede anche di realizzare un profitto per l'intero anno. Tra gennaio e fine giugno il fatturato è più che raddoppiato a 1,8 miliardi di franchi, ha annunciato giovedì Swiss. Il numero di passeggeri trasportati è stato di 5,3 milioni di passeggeri.

 

Come tutto il settore aeronautico, anche la filiale svizzera del gruppo tedesco Lufthansa era stata duramente colpita dalla pandemia di coronavirus. Nel 2020 aveva registrato una perdita d'esercizio di 654 milioni di franchi e nel 2021 un risultato negativo di 427,7 milioni. Prima dello scoppio della pandemia, Swiss aveva chiuso il 2019 con un fatturato di 5,3 miliardi e un utile operativo di 578 milioni.

Grazie alla ripresa del traffico aereo globale e alle misure di ristrutturazione - che si traducono concretamente in una riduzione di circa il 15% della flotta e nella cancellazione di centinaia di posti di lavoro a tempo pieno - Swiss prevede di tornare alla redditività nell'intero anno 2022.

Swiss, affari in ripresa

Swiss, affari in ripresa

TG 12:30 di giovedì 04.08.2022

 
ATS/EnCa
Condividi