La scarsità di neve a sud delle Alpi non ha frenato la voglia di vacanze
La scarsità di neve a sud delle Alpi non ha frenato la voglia di vacanze (TI-Press)

Turismo, un febbraio in ripresa

In Svizzera 2,84 milioni di pernottamenti, in crescita del 41,1% rispetto al 2021, ma ancora distanti dai 3,3 milioni del 2020 – Bene anche Ticino (+40%) e Grigioni (+24%)

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I pernottamenti alberghieri in Svizzera hanno fatto un balzo in avanti a febbraio, dopo che la pandemia aveva ampiamente frenato i viaggi lo scorso anno. Rispetto al 2021 sono infatti aumentati del 41,1% a 2,84 milioni, secondo quanto riportato dall'Ufficio federale di statistica (UST) lunedì mattina nel consueto rapporto mensile, preparato con i dati raccolti in circa 4'000 strutture ricettive. I numeri sono però ancora distanti dal periodo prepandemico: a febbraio 2020 i dati parlavano infatti di 3,3 milioni di pernottamenti.

Per quanto riguarda la provenienza, sul totale, 1,85 milioni di pernottamenti sono stati effettuati da ospiti confederati, mentre i visitatori provenienti dall'estero ne hanno totalizzati poco meno di un milione.

Tra gli ospiti internazionali, i viaggiatori provenienti dalla Germania hanno fatto la parte del leone, con un totale di 230’000 pernottamenti, seguiti dal Regno Unito (140’000) e dalla Francia (110’000). Per quanto riguarda i mercati più lontani, solo i turisti provenienti dagli Stati Uniti hanno fatto segnare un ritorno significativo, arrivando al quarto posto con un totale di 60’000 notti. Da parte sua il mercato asiatico continua ad essere fortemente ostacolato dalle restrizioni di viaggio, in particolare in Cina.

Bene Ticino e Grigioni

La progressione maggiore è stata osservata nei cantoni urbani di Zurigo (+154% a 212'000), Basilea Città (+138% a 49'000) e Ginevra (+162% a 132'000), tutte realtà che avevano duramente sofferto l'anno scorso per l'assenza dei turisti - d'affari e no - provenienti dall'estero.

Dinamiche si sono rivelate le zone sciistiche quali i Grigioni (+24% a 823'000, lo stesso livello di febbraio 2020) e il Vallese (+31% a 516'000).

Ancora più forte è la progressione mostrata dal Ticino con 88'185 pernottamenti (+40% su 2021, +23,4% su 2020) in un mese peraltro tradizionalmente poco importante, dal profilo turistico, a sud delle Alpi.

Complessivamente gli ospiti svizzeri sono stati il 65% a livello nazionale, il 71% nei Grigioni e il 74% in Ticino. Se si considerano i primi due mesi dell'anno, i pernottamenti arrivano a 5,0 milioni a livello svizzero (+53%, con il 64% di turisti locali), a 1,4 milioni nei Grigioni (+36%) e a 145'000 in Ticino (+53%).

SEIDISERA del 03.04.2022: Pasqua, boom di prenotazioni, il servizio di Agata Galfetti
SEIDISERA del 03.04.2022: Pasqua, boom di prenotazioni, il servizio di Agata Galfetti
 
ATS/dielle
Condividi