Donne e rappresentanti delle regioni rurali in netta minoranza
Donne e rappresentanti delle regioni rurali in netta minoranza (keystone)

Un Nazionale maschio e urbano

Uomini e candidati provenienti dalle città in larga maggioranza alla Camera del popolo

Il Consiglio nazionale fresco di elezione sarà dominato da deputati uomini e provenienti dalle città o dai comuni suburbani, a scapito delle donne e dei rappresentanti delle regioni rurali.

Dei 200 seggi della Camera del popolo, 138 saranno infatti occupati da maschi, con una rappresentanza femminile che, con 62 deputate, non raggiunge neanche la metà. L'unico cantone in controtendenza è Basilea Campagna, che invierà a Berna 5 donne e 2 uomini. Il Ticino si piazza nella media nazionale, con 4 deputati e 2 deputate, mentre nei Grigioni il rapporto e di 4 a 1.

Poco presenti anche i comuni rurali, con 55 rappresentanti, contro i 75 dei centri urbani principali e 70 delle regioni suburbane. In questo caso sono i Grigioni a rappresentare l'eccezione, con 3 deputati dalle regioni periferiche e uno a testa per città e comuni vicini ai centri. Dal Ticino non partirà invece nessun deputato dalle zone rurali. Gli 8 eletti sono infatti suddivisi equamente nelle altre due categorie.

sf

Condividi