La maggior parte dei cantoni sono stati menzionati come "titubanti" (Keystone)

"Un vero fallimento"

Il WWF critica le politiche energetiche dei cantoni nel settore dell'edilizia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il WWF, dopo un'analisi commissionata all'ufficio EPB Schweiz, definisce le politiche energetiche in Svizzera nel settore dell’edilizia "un vero e proprio fallimento".

 

Secondo la classifica dell'Organizzazione ambientalista, basata sui criteri dell'Accordo di Parigi, nessun cantone ha raggiunto una politica edilizia "responsabile". In una scala da 1 a 5, la maggior parte dei cantoni - tra cui il Ticino con un voto di 2,9 - sono stati menzionati come "titubanti" con valutazioni che variano tra 2,6 e 3,3. Il miglior risultato lo ha ottenuto Basilea Città menzionata come "impegnata", grazie alle direttive innovative in materia di energie rinnovabili nella sostituzione degli impianti di riscaldamento.

"Poiché i cantoni non sono all'altezza delle loro responsabilità in fatto di clima, spetta alla Confederazione agire", aggiunge il WWF, invitando il Consiglio degli Stati a includere normative efficaci sui limiti delle emissioni nella revisione della legge sul CO2.

Le regole del WWF per l'edilizia

Le regole del WWF per l'edilizia

Il Quotidiano di martedì 13.08.2019

 
ATS/Nad
Condividi