La sede della SECO a Berna
La sede della SECO a Berna (KEYSTONE)

Lo scandalo della SECO si allarga

La ditta informatica al centro del caso di corruzione aveva rapporti d'affari anche con sei Cantoni e una settantina di Comuni. L'inchiesta tocca altri servizi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La società informatica al centro delle accuse per il caso di corruzione venuto alla luce presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), aveva mandati anche con sei Cantoni, tra i quali i Grigioni, e una settantina di Comuni. Il Ministero pubblico della Confederazione ha allargato le sue indagini.

Da Appenzello a Zurigo

Tra gli altri Cantoni coinvolti, secondo la Schweiz am Sonntag, ci sarebbero Zugo,
Obvaldo, Nidvaldo, Appenzello Esterno e Zurigo. Stando al sito web dell'azienda il 55% dei clienti è rappresentato da enti pubblici, il 25% da grandi società e il 20% da piccole e medie imprese.

Altri servizi federali

L’inchiesta riguarda una dozzina di persone e tocca anche altri servizi federali, coinvolgendo pure l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC).

ATS/Da.Pa.


Condividi