Il docente è stato licenziato in tronco (CreativeCommons)

"Abusi non avvenuti a scuola"

Il DECS precisa che gli episodi contestati al docente del Locarnese finito in manette sono avvenuti fuori dall'istituto

mercoledì 06/12/17 18:16 - ultimo aggiornamento: mercoledì 06/12/17 18:46

Gli episodi di abusi di cui è accusato il docente del Locarnese rinviato a giudizio martedì, non sarebbero stati commessi all'interno delle mura scolastiche. È quanto sostiene Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS) ticinese, che ha avuto accesso agli atti dell'inchiesta. Dalla direzione e dagli allievi della scuola professionale non erano giunte segnalazioni al Dipartimento.

Il 51enne si trova ora in regime di espiazione anticipata della pena. Le accuse nei suoi confronti sono coazione sessuale, ripetuti atti sessuali con fanciulli e pornografia dura. Una quarantina di episodi rilevati sull'arco di un decennio: il docente insegnava in una scuola professionale da una quindicina d'anni.

L'uomo era stato arrestato a maggio, ma per ragioni di riservatezza il ministero pubblico e la polizia cantonale avevano chiesto ai media di non divulgare informazioni sul caso. A ottobre era stato anche licenziato dalla scuola in cui insegnava.

CSI/eb

 

Seguici con