Beltraminelli segnala l'impossibilità a esprimersi per ticinesi e urani
Beltraminelli segnala l'impossibilità a esprimersi per ticinesi e urani (©Ti-Press)

AlpTransit, Ticino in silenzio

Il 1° giugno zittiti anche gli urani, fatto questo che delude il presidente del Governo Beltraminelli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il presidente del Consiglio di Stato Paolo Beltraminelli ha evidenziato in un’intervista pubblicata lunedì dal Corriere del Ticino che durante le celebrazioni del 1° giugno per l’inaugurazione della galleria di base del San Gottardo di AlpTransit nessun rappresentante ticinese sarà chiamato a esprimersi. Questa sorta di divieto vale pure per gli esponenti politici del canton Uri.

Beltraminelli ha spiegato che “nonostante le ripetute pressioni avanzate dagli Esecutivi ticinese e urano”, la situazione non è cambiata e perciò non sono previsti delle autorità cantonali, per quanto sia Bellinzona, sia Altdorf stiano ancora insistendo affinché vi sia un adeguato spazio anche per i due cantoni.

L’esclusione degli interventi di esponenti ticinesi e urani potrebbe rilanciare ulteriori polemiche dopo il discusso mancato coinvolgimento dei parlamentari cantonali. Il presidente dell’Esecutivo ticinese non cela d’altronde un’evidente insoddisfazione in merito, anche perché sarebbe stato opportuno a suo avviso invitare almeno il presidente del Gran Consiglio.

EnCa

Il nostro dossier dedicato all'inaugurazione del tunnel di base del San Gottardo

Condividi