(TI)

Arriva la processionaria

Territorio e medico cantonale mettono in guardia sulla ricomparsa dei bruchi che possono provocare reazioni allergiche anche gravi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La processionaria è in arrivo. Il Dipartimento del territorio e l’Ufficio del medico cantonale fanno sapere che nelle prossime settimane si potranno osservare in alcune aree del Ticino gli spostamenti di larve pelose di lepidotteri (bruchi) lungo i tronchi degli alberi e sul terreno, sia nei giardini che nei boschi.

La processionaria del pino è, in sostanza, una farfalla le cui larve (o bruchi) si sviluppano sulle conifere, in particolare i pini, arrecando danni alle piante e causando a persone e animali reazioni cutanee irritative e allergiche, a volte gravi.

Le larve della processionaria del pino sono presenti sulle piante dall’autunno fino alla primavera. Una volta raggiunta la maturità, scendono lungo i tronchi in lunghe file fino al suolo, dove si interrano per trasformarsi prima in crisalide e poi in adulto. La comparsa di questi ultimi si registra in estate, ma un numero variabile di crisalidi può arrestare lo sviluppo e dare luogo agli adulti dopo qualche anno.

Swing

Per saperne di più:

Condividi