Rotta ancora verso Castione (tipress)

Bocciata "Giù le mani dalle Officine"

La maggioranza del Gran Consiglio non vuole mettere a rischio il progetto di Castione: iniziativa respinta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Gran Consiglio ticinese ha come previsto respinto mercoledì l'iniziativa popolare "Giù le mani dalle Officine", per la quale quasi 15'000 firme furono raccolte oltre 10 anni fa e che chiede al Cantone di creare un polo tecnologico industriale nel settore del trasporto pubblico, rilevando le attuali attività delle Officine FFS e sviluppandole.

A favore del testo si sono espressi 16 deputati (di PS, MpS, Comunisti e Verdi), contro 42, mentre 7 si sono astenuti. È stato bocciato anche un controprogetto di matrice socialista.

Per i contrari l'approvazione dell'iniziativa metterebbe a rischio il progetto di Castione, in favore del quale lo stesso Parlamento cantonale nella sessione di gennaio aveva votato un credito di 100 milioni di franchi e che dovrebbe essere concretizzato nel 2026.

Dal canto loro gli iniziativisti non ritireranno il testo e dunque si andrà a votare. Lo scrutinio dovrebbe essere fissato per il 19 maggio. 

Officine e deflussi minimi in Parlamento

Officine e deflussi minimi in Parlamento

Il Quotidiano di mercoledì 20.02.2019

 
CSI/pon
Condividi