Editoria in affanno
Editoria in affanno (©Ti-Press)

Chiesto il ritiro dei licenziamenti

Incontro tra ATG impressum, syndicom e OCST e i vertici del Corriere del Ticino. Da 2 giorni a 2 settimane per accettare l’accordo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La richiesta di ritirare tutti i licenziamenti e quella, ottenuta, di prorogare  di 2 settimane il termine (inizialmente fissato a 2 giorni) entro il quale ai collaboratori coinvolti è stato chiesto di “accettare il cosiddetto piano sociale.”

Venerdì mattina, a seguito della decisione di licenziare 7 collaboratori e di procedere al pre-pensionamento di altre due persone, i rappresentanti dei sindacati ATG impressum, syndicom e OCST hanno incontrato come previsto i vertici del Corriere del Ticino.

CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento del presidente ATG Roberto Porta sul mancato coinvolgimento sindacale
CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento del presidente ATG Roberto Porta sul mancato coinvolgimento sindacale
 

“Questa decisione scioccante – si legge nella nota diramata nel pomeriggio –, considerata una delle pagine più tristi della storia del Corriere del Ticino, ha destabilizzato l’ambiente di lavoro, creato forte delusione e grande demotivazione tra il personale.”

Il Corriere licenzia 7 giornalisti

Il Corriere licenzia 7 giornalisti

Il Quotidiano di giovedì 23.05.2019

 

Durante l’incontro i sindacati hanno innanzitutto voluto verificare che non ci fossero violazioni per mancata notifica di licenziamento collettivo, dopodiché è stata avanzata formalmente la richiesta di ritirare tutti i licenziamenti e “di intavolare una trattativa volta a trovare delle misure di risparmio alternative. È stato chiesto che la trattativa avvenga coinvolgendo il personale che, oggi più che mai, ritiene necessario intervenire attivamente nella regolamentazione delle condizioni di lavoro. A tal proposito va segnalato positivamente il fatto che la direzione si è formalmente impegnata nel rafforzare il partenariato sociale.”

CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento del direttore generale del Gruppo Corriere del Ticino Alessandro Colombi
CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento del direttore generale del Gruppo Corriere del Ticino Alessandro Colombi
 

Inoltre i sindacati contestano il “piano sociale”, che secondo loro tale non è, quanto piuttosto un accordo risolutore. È stato invece come detto chiesto, e ottenuto, di prorogare di 2 settimane il termine entro il quale i collaboratori coinvolti sono stati chiamati ad accettare tale accordo.

CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento di Nicola Morellato (syndicom) sull'esito dell'incontro
CSI 18.00 del 24.05.2019 - Il commento di Nicola Morellato (syndicom) sull'esito dell'incontro
 

In un’assemblea organizzata al termine dell’incontro, il personale ha deciso di costituire un gruppo di lavoro che valuterà la possibilità di creare un comitato di redazione entro breve.

 
CSI/dielle
Condividi