Cocchi: "Pranzo di Pasqua ristretto"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
"Non c’è un divieto di movimento all’interno del territorio svizzero, di conseguenza la gente può muoversi. Però la discesa verso il Ticino sta rallentando", ha affermato Matteo Cocchi. Il comandante della polizia ticinese questa mattina ha fatto il punto ad Albachiara sul fine settimana festivo, ribandendo che le autorità invitano i turisti a non venire a soggiornare nel Cantone. Anche per i residenti sarà una Pasqua diversa dal solito: "Le regole sono chiare, bisogna effettuare solo spostamenti strettamente necessari e fare il pranzo di Pasqua nella cerchia famigliare. Per una volta saremo costretti a non invitare parenti e amici".
Condividi