Consonni, nessuna condanna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Clamorosa sentenza in una delle vicende giudiziarie più importanti degli ultimi anni in Ticino per presunta mala-edilizia. Il caso è quello della Consonni Contract di Chiasso, azienda specializzata nel design d'interni di lusso. Per i principali imputati, compreso il titolare della ditta, l'accusa di usura è stata stralciata sulla base di un precedente decreto d'abbandono della procura, per i reati di coazione ed estorsione, risalente allo scorso anno. La Corte - presieduta dal giudice Mauro Ermani - ha in sostanza dovuto applicare il principio "ne vis in idem", accertando il precedente abbandono del procedimento per gli stessi fatti. Non si tratta dunque di un'assoluzione.
Condividi