Dipendenti, il CdS bacchetta Lugano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato da tre consiglieri comunali socialisti sull’articolo 15a del nuovo regolamento organico dei dipendenti della città di Lugano. L’articolo riguarda la preferenza indigena e recita: "Nelle assunzioni a titolo di nomina e di incarico, in presenza di candidati con requisiti equivalenti è data la precedenza a quelli di cittadinanza svizzera, ai domiciliati con permesso C e ai dimoranti con permesso B". Si tratta di puntualizzazioni, si legge sul sito de laRegione che ne ha dato notizia, che si spingono oltre le competenze comunali e che sono in contrasto con le norme superiori.
Condividi