Don Samuele, emergono dettagli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
A due settimane dall’arresto di don Samuele Tamagni cominciano a emergere importanti dettagli. Le vittime principali delle sue malversazioni sono i genitori. Dal 2020 ne gestiva infatti le finanze, con tanto di curatela. Nel giro di tre anni sono stati prelevati oltre 600'000 franchi, ma occorrerà distinguere tra il maltolto effettivo e gli importi usati in maniera lecita. I controlli non hanno funzionato perché l’Autorità regionale di protezione aveva concesso l’applicazione dell’articolo 420 del Codice civile, che in determinate circostanze prevede l’esenzione dall’obbligo di presentare l’inventario iniziale e i rendiconti periodici.
Condividi