Ex funzionario DSS, no alla CPI

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Il Gran Consiglio ha bocciato giovedì pomeriggio l’istituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta (CPI) sul caso che riguarda l’ex funzionario del Dipartimento Sanità e Socialità condannato un anno e mezzo fa per coazione sessuale. Il plenum ha detto no con 38 voti contrari, 37 favorevoli, 8 astenuti e 6 voti non espressi. Ad opporsi all’istituzione della commissione d’inchiesta è stato in particolare il PLR, che già non aveva firmato il rapporto commissionale. Tutti gli altri partiti avevano approvato il rapporto di maggioranza, ma, dopo il dibattito, sono stati diversi i deputati che hanno dichiarato di avere cambiato idea.
Condividi