Flashmob per Marwan

Mobilitazione a Lugano per il bimbo portato via dal padre in Egitto otto mesi fa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Abbiamo organizzato questo flashmob a Lugano per Marwan, per sensibilizzare l’opinione pubblica e le autorità sul tema dei bambini che vengono portati via da uno dei genitori".

Dijana Manteva è da oltre otto mesi che non vede suo figlio, nato e cresciuto in Ticino, e che ora è in Egitto con l’ex marito (leggi il nostro articolo). Il suo messaggio attraverso questa "mobilitazione" FlashmobMarwanBackHome, è un modo per tenere alta l’attenzione su questo problema, vissuto da numerose famiglie.

"Sono in contatto con il console egiziano a Berna", ci spiega, "ho potuto incontrarlo e parlargli della pagina web realizzata per Marwan e del flashmob". Nessuna manifestazione, parallela, è invece prevista in Egitto. "Ho scritto una lettera in arabo per mio figlio il 16 settembre, il giorno del suo compleanno, pubblicata sul giornale l’Al-Ahram. Attraverso i social network cercheremo di condividere con più persone possibile, anche egiziane, il nostro messaggio".

AlesS

Il sito dedicato a Marwan

Dal Quotidiano:

Un Flash Mob per il bimbo rapito

Un Flash Mob per il bimbo rapito

Il Quotidiano di sabato 17.10.2015

 
Condividi