GdP, nascerà un fondo ad hoc

Nascerà un'associazione a sostegno dei media in difficoltà per sostenere i dipendenti del quotidiano chiuso a metà maggio

Nascerà un'associazione apposita a sostegno dei dipendenti del GdP finiti in disoccupazione. Il compromesso è stato raggiunto durante l’incontro che si è svolto martedì mattina presso la Curia di Lugano tra il vescovo monsignor Valerio Lazzeri ed i sindacati in merito alla definizione di un fondo di solidarietà per i collaboratori rimasti senza lavoro dopo la chiusura del quotidiano.

Sarà dunque costituita un’associazione in aiuto dei media in difficoltà – ma non un piano sociale –, all’interno della quale si darà vita a un fondo di solidarietà specifico per i dipendenti del GdP, chiuso in tempi brevissimi poco meno di un mese fa.

Garanti di tale disponibilità finanziaria per i dipendenti sono la Curia, le sigle sindacali ATG e Syndicom e l’OCST, a cui si aggiunge un rappresentante del personale. All’incontro ha presenziato pure l’avvocato Renzo Respini in qualità di rappresentante delle fondazioni vicine alla Diocesi.

M. Realini/EnCa/CaL

 

Condividi