Palazzo delle Orsoline (Ti-Press)

Governo, normale assenteismo

I giorni d'assenza dei dipendenti cantonali sono calati a 11,38: non c'è cronicità e nemmeno urgenza

lunedì 16/04/18 08:06 - ultimo aggiornamento: lunedì 16/04/18 10:25

Non c’è urgenza assenteismo in seno all’amministrazione cantonale. Lo afferma il Consiglio di Stato ticinese in un rapporto anticipato dal Giornale del Popolo lunedì. Il documento evidenzia come non vi siano fenomeni patologici, e risponde alla mozione interpartitica elaborata nel giugno 2017 in proposito, smorzandone i contenuti allarmistici.

Al contrario, il Governo evidenzia che si è “forse giunti a una soglia e a dei limiti fisiologici oltre i quali è arduo scendere”, anche perché si è dedicata particolare attenzione al fenomeno e dal 2007 è stata introdotta una riorganizzazione del sistema di gestione delle assenze, che ha avuto come obiettivo “migliorare la presa a carico dei collaboratori assenti”.

Nel periodo che va dal 2000 al 2006 la media dei giorni d’assenza dei collaboratori si era fissata a 13,42, che dal 2007 al 2016 è calata a 11,38. Si è provveduto del resto a ideare il servizio medico del personale, che si occupa di analizzare i certificati forniti dal personale.

EnCa

Seguici con