Immagine d'archivio
Immagine d'archivio

Hockey e ingegneria meccanica

Sono le passioni del giovane Zaccheo Dotti, che ha saputo coniugarle in modo insolito

Come rendere più efficace il tiro con il bastone da hockey? A questa domanda tenta di rispondere il progetto di semestre di Zaccheo Dotti, studente al terzo anno di ingegneria meccanica al Dipartimento di tecnologie innovative della SUPSI e giocatore nei Ticino Rockets.

“In pratica il progetto consiste nello studiare cosa succede al bastone quando impatta con il ghiaccio e con il disco” spiega alla RSI. “Abbiamo messo in piedi un sistema per raccogliere dei dati, che poi ci serviranno in futuro a dipendenza di quello che uscirà e di come riusciremo a analizzarli”.

L’obbiettivo è “migliorare l’efficienza e l’abilità – seppur di poco – del movimento. Vogliamo capire cosa succede al bastone al momento dell’impatto. In base ai risultati che avremo si penserà a come utilizzarli per applicarli al giocatore in modo da migliorare la sua abilità nel tiro”.

 

CSI/SP

Condividi