Matteo Buzzi e Samatha Bourgoin i nuovi coordinatori del partito (Tipress)

I Verdi puntano a Berna

Il ritorno di Gysin e le alleanze per favorire il secondo seggio alle camere federali al centro dell'assemblea di domenica a Mendrisio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il ritorno dell'ex granconsigliera ha caratterizzato l'assemblea elettorale dei Verdi del Ticino che si è tenuta domenica a Mendrisio. Il suo nome, insieme a quelli di Jessica Bottinelli, Erika Frank e Fabiano Cavadini, faranno parte della lista unica Verdi e Sinistra alternativa che vede la collaborazione di Forum Alternativo e comunisti che verrà presentata per le elezioni federali di ottobre.

La lista completa degli altri 4 nomi, che devono ancora essere presentati da Forum Alternativo e dai comunisti, sarà congiunta a quella del Partito Socialista. L'intento dichiarato di questa alleanza, approvata a larghissima maggioranza dalla 50ina di presenti in assemblea a Mendrisio è quello di puntare a uno storico raddoppio delle forze progressiste al Nazionale. Per far questo si punta proprio sul rientro in politica attiva di Greta Gysin che ha sciolto le riserve per la sua candidatura anche sulla spinta di questo "momento storico decisivo - ha detto alla RSI - per la politica ambientale e quella climatica ed io voglio essere parte di questa svolta, poter dare il mio modesto contributo per cambiare le cose".

In discussione anche la candidatura di Gysin agli Stati ma su questo si deve negoziare una candidatura congiunta con il PS: sono ancora in corso riflessioni e discussioni. L’assemblea ha infine approvato una risoluzione presentata dai Verdi di Balerna che chiede "il coinvolgimento di tutti i comuni nella progettazione della terza corsia autostradale e più in generale di attivarsi a tutti i livelli per opporsi a questo ampliamento che non farà altro che peggiorare le già precarie condizioni ambientali del Mendrisiotto".

I Verdi per il Nazionale

I Verdi per il Nazionale

Il Quotidiano di domenica 02.06.2019

 
CSI/sdr
Condividi