Il progetto vincitore per il campus di Mendrisio Stazione
Il progetto vincitore per il campus di Mendrisio Stazione (©Ti-Press)

I campus in Gran Consiglio

Il Parlamento ticinese si pronuncia su credito e prestiti per tre nuove strutture a Lugano e Mendrisio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il credito di 53,2 milioni di franchi per la realizzazione di tre nuovi campus, quello congiunto USI-SUPSI di Viganello e i due della Scuola universitaria professionale presso le stazioni di Lugano e Mendrisio, costituisce il piatto forte della sessione di ottobre del Gran Consiglio ticinese, che si apre lunedì. Prevista su tre giorni, durerà senz'altro di meno, visto lo scarno programma.

Oltre al credito, i deputati saranno chiamati a discutere un prestito di 140,5 milioni per le realizzazione delle tre opere, il cui costo complessivo è stimato in 265 milioni. Sono da aggiungere ulteriori 10 milioni per l'acquisto del terreno per il campus di Lugano Stazione, oggi di proprietà delle FFS.

 

Le nuove opere permetteranno di far fronte al continuo aumento di studenti e corpo insegnante, con il contemporaneo abbandono di altri stabili a Trevano e Manno in particolare. Il messaggio prevede la fine dei lavori di costruzione nel 2018.

Sempre in ambito scolastico, il Parlamento si soffermerà su crediti di circa 1,4 e 1,9 milioni per la realizzazione in prefabbricato di nuove aule al Liceo 2 di Savosa e di una mensa alle medie Barbengo. Sono infine previste anche alcune nomine giudiziarie.

pon

Condividi