Il consigliere di Stato Claudio Zali in una foto d'archivio (©Ti-Press/Luca Crivelli)

Il Parlamento non impugna il decreto

Il Gran Consiglio rinuncia a ricorrere contro la decisione di non luogo procedere in merito al prelievo dell'avere di previdenza effettuato dal consigliere di Stato Claudio Zali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Gran Consiglio ticinese - a scrutinio segreto - ha rinunciato, con 62 voti contro 7, ad impugnare la decisione del Procuratore generale Andrea Pagani, che il 6 marzo scorso aveva firmato un decreto di non luogo a procedere a proposito delle segnalazioni di Matteo Pronzini. Il deputato del Movimento per il Socialismo aveva chiesto di verificare se ci fossero gli estremi di un illecito sul prelievo anticipato di parte della cassa pensione effettuato dal presidente del Consiglio di Stato Claudio Zali, per finanziare la sua abitazione.

 
CSI/Red.MM
Condividi