Anche la voce dei giovani, nel vertice sul clima appena svoltosi in Polonia (keystone)

Impressioni di Katowice

Giovani di "Swiss Youth for Climate" hanno potuto partecipato alla recente Conferenza sui mutamenti climatici

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si direbbero in chiaroscuro le impressioni tratte da alcuni giovani che hanno avuto modo di partecipare ai lavori della recente Conferenza sul clima (COP24) svoltasi a Katowice, in Polonia. "Swiss Youth for Climate" è l'organizzazione di cui fanno parte e che in Ticino può già contare su una cinquantina di membri.

"A livello di contatti umani le impressioni generali sono molto positive. Per quanto riguarda invece il lavoro sui cambiamenti climatici, l'apparenza è che tutto sia molto lento... Ci vogliono più lavoro e anche molto più impegno", osserva Samia Borra, una giovane laureata in biologia, che ha preso parte come osservatrice alla COP24.

Samia sottolinea però il ruolo di un organico che raggruppa tutte le ONG giovanili, e che in questi consessi ha la possibilità di esprimere prese di posizioni politiche, intervenendo sui negoziatori. Reduci da questa esperienza, i giovani di "Swiss Youth for Climate" animeranno due giornate speciali nell'ambito di "Locarno On Ice", appuntamento legato allo svago ma anche occasione di riflessione. Si parlerà di ecoturismo, mobilità e alimentazione. L'appuntamento è per le date del 27 e del 28 dicembre.

CSI/ARi

Condividi