La sede biaschese della Intervalves (© Ti-Press/Carlo Reguzzi)

Intervalves, "troppo ottimisti"

La direzione dell'azienda biaschese spiega i motivi degli annunciati licenziamenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Siamo stati troppo ottimisti sul fronte dei prezzi di mercato". Così, in sintesi, la direzione di Intervalves, l'azienda di Biasca che pochi giorni fa ha annunciato il licenziamento di 8 dipendenti. Venerdì i vertici dell'azienda, che produce le valvole dei motori per l'aeronautica, l'industria marina ma anche per le moto e le automobili, si sono espressi in merito.

L’azienda dal 2014 al 2017 ha quasi raddoppiato il volume della produzione ma non ha raggiunto gli obiettivi economici e finanziari. “Il punto di partenza del 2013 era una situazione molto difficile", spiega ai microfoni della RSI il general manager dell’azienda, Matteo Robitschek. Si è "reso necessario un programma a lunga durata per ottimizzare la produzione e raggiungere livelli di efficienza in confrontabili con le esigenze del mercato. L’aumento di produzione ci ha messo di fronte a una realtà di mercato alla quale l’azienda non era più preparata e soprattutto a dei livelli di prezzi sui prodotti che fino al 2013 costituivano la maggior parte del portafoglio aziendale, non più remunerativi".

Per il momento i vertici di Intervalves garantiscono che non ci saranno altri licenziamenti e la settimana ventura è previsto un nuovo incontro tra la direzione, i sindacati e gli ex collaboratori per valutare l'ipotesi di un piano sociale.

CSI/Swing

Taglli alla Intervalves, parla la direzione

Taglli alla Intervalves, parla la direzione

Il Quotidiano di venerdì 11.01.2019

Condividi