Una foto scattata lo scorso 21 settembre allo stadio di Cornaredo (©Keystone)

Lo scontro va in procura

Al ministero pubblico ticinese sono giunte le denunce incrociate di Rolf Fringer e Christian Constantin

giovedì 12/10/17 14:06 - ultimo aggiornamento: giovedì 12/10/17 18:04

Lo avevano annunciato, e così è stato. La disputa tra Rolf Fringer e Christian Constantin avrà anche strascichi penali. Nei giorni scorsi – si è appreso oggi, giovedì – l’opinionista di Teleclub ha denunciato il numero uno del Sion per l’aggressione verbale e fisica subita il 21 settembre scorso a Cornaredo, a margine della partita vinta dai vallesani contro il Lugano.

E Constantin, come promesso, è passato al contrattacco. Il vulcanico presidente ha a sua volta denunciato l’ex-allenatore della Nazionale per i reati di diffamazione, ingiuria e coazione. Accusa, l’ultima, riferita alla sistematica demolizione mediatica di cui Constantin e la squadra sarebbero rimasti vittima. Da noi contattato il suo legale ticinese, Rocco Taminelli, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Del caso si occuperà il procuratore pubblico Moreno Capella. Intanto - come noto - la Commissione disciplinare della Swiss Football League ha sanzionato Constantin, infliggendogli un’interdizione dai campi di gioco di 14 mesi e una multa di 100mila franchi. La decisione è giunta senza attendere appunto l’esito dell’inchiesta penale. Cosa che, come già avvenuto in passato (proprio con Constantin), potrebbe prestare il fianco a un eventuale ricorso.

Francesco Lepori

TG 12:30 di giovedì 12.10.2017

Seguici con