Fermato e arrestato
Fermato e arrestato (©Ti-Press)

Mafioso fermato in Leventina

Un 46enne italiano, in possesso di un permesso "B", verso l'estradizione in Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un 46enne italiano residente in Valle Leventina è stato arrestato martedì mattina nella sua abitazione di Rodi Fiesso dalla polizia per essere estradato in Italia, dov’era stato condannato dalla Corte d'appello di torino a 5 anni e 11 mesi per associazione di stampo mafioso alla N'drangheta, detenzione illegale di armi e ricettazione.

L’uomo, stando a quanto rendono noto le autorità ticinesi, era in possesso di un permesso di soggiorno “B”. Risiedeva a sud delle Alpi dal 2011, dove lavorava come autista in un'impresa edile della regione.

Il fermo, precisa il ministero pubblico in una nota scarna, “è avvenuto a seguito di una richiesta di estradizione delle autorità italiane”. Il pregiudicato si trova alla Farera e, come ha confermato il suo legale alla RSI, ha già accettato di essere stradato.

bin

Quotidiano del

Arresto mafioso

Arresto mafioso

Il Quotidiano di mercoledì 26.08.2015

Condividi