Documenti sequestrati e varie persone interrogate
Documenti sequestrati e varie persone interrogate (RSI)

Maxi operazione in due cantieri

Forse un caso di caporalato: verificate le condizioni d’impiego di alcuni operai attivi in due cantieri ferroviari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C’è ancora il massimo riserbo sull’importante operazione di polizia, che ha avuto luogo mercoledì mattina su due cantieri ferroviari a Camorino e a Paradiso. Le autorità, comunica il Ministero pubblico, hanno verificato le condizioni d’impiego di 119 operai. Sebbene non siano state riscontrate irregolarità amministrative, secondo nostre informazioni si indagherebbe su un caso di caporalato nell’ambito di un subappalto.

I controlli sono stati fatti pure in alcune imprese edili, in fiduciarie e in agenzie interinali. Diversi documenti e contratti che riguardano alcuni operai messi a disposizione da parte una ditta con sede principale in Italia e operativa nel Moesano sono stati sequestrati.

Gli interventi sono stati eseguiti in collaborazione l'Ufficio dell'Ispettorato del lavoro, con la Commissione paritetica e con la polizia cantonale grigionese. L’indagine è coordinata dal Procuratore pubblico Paolo Bordoli.

CSI/Quot/Red.MM.

Operazione di polizia nei cantieri

Operazione di polizia nei cantieri

Il Quotidiano di mercoledì 08.11.2017

Condividi