Niente insalata ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Gli scaffali dei supermercati piangono gli ortaggi ticinesi. La grandine, che ha investito il piano di Magadino martedì, ha messo infatti a dura prova il mercato ortofrutticolo locale. Il direttore della TIOR, Marco Bassi, conferma in tal senso la perdita quasi totale della merce a foglia che stava crescendo a pieno regime. La clientela inappagata non sarà pertanto solo quella ticinese, ma anche quella oltralpe. La sfida per gli agricoltori è diventata quindi ora quella di non lasciarsi scappare i diversi partner commerciali, poiché sugli scaffali del cantone insalate e zucchine ci saranno, ma provenienti dalla Svizzera interna. Gli scaffali dei supermercati piangono gli ortaggi ticinesi. La grandine, che ha investito il piano di Magadino martedì, ha messo infatti a dura prova il mercato ortofrutticolo locale. Zucchine e insalate dalla bandiera rossa e blu, non si troveranno infatti più né nei negozi nel Cantone, né in quelli di oltre San Gottardo.Il direttore della TIOR, Marco Bassi, conferma in tal senso la perdita quasi totale della merce a foglia che stava crescendo a pieno regime. Tabula rasa è stata fatta anche nei campi dell'Orticola Saleggi, proprio nel periodo di massima produzione e di grande richiesta anche a livello nazionale.Gli scaffali dei supermercati piangono gli ortaggi ticinesi. La grandine, che ha investito il piano di Magadino martedì, ha messo infatti a dura prova il mercato ortofrutticolo locale. Zucchine e insalate dalla bandiera rossa e blu, non si troveranno infatti più né nei negozi nel Cantone, né in quelli di oltre San Gottardo.Il direttore della TIOR, Marco Bassi, conferma in tal senso la perdita quasi totale della merce a foglia che stava crescendo a pieno regime. Tabula rasa è stata fatta anche nei campi dell'Orticola Saleggi, proprio nel periodo di massima produzione e di grande richiesta anche a livello nazionale.Gli scaffali dei supermercati piangono gli ortaggi ticinesi. La grandine, che ha investito il piano di Magadino martedì, ha messo infatti a dura prova il mercato ortofrutticolo locale. Zucchine e insalate dalla bandiera rossa e blu, non si troveranno infatti più né nei negozi nel Cantone, né in quelli di oltre San Gottardo.Il direttore della TIOR, Marco Bassi, conferma in tal senso la perdita quasi totale della merce a foglia che stava crescendo a pieno regime. Tabula rasa è stata fatta anche nei campi dell'Orticola Saleggi, proprio nel periodo di massima produzione e di grande richiesta anche a livello nazionale.
Condividi