Il Governo rileva lacune rispetto alla posizione dei cantoni e in particolare a quella del Ticino (keystone)

"No all'accordo quadro"

Svizzera-UE: il Governo ticinese boccia la proposta d'intesa messa in consultazione dal Consiglio federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato ticinese è contrario alla proposta di accordo quadro istituzionale tra Svizzera e Unione Europea, messa in consultazione dal Consiglio federale.

In una nota diramata giovedì, il Governo sostiene che, allo stato attuale, “il progetto presenta lacune soprattutto rispetto alla posizione dei Cantoni, e in particolare a quella del Ticino, sulle misure di accompagnamento alla libera circolazione”, citando segnatamente la norma degli otto giorni.

Preoccupazione viene espressa pure per gli “aiuti di Stato” e il regolamento che coordina i sistemi di sicurezza sociale, poiché “la ripresa della direttiva da parte della Svizzera avrebbe conseguenze estremamente pesanti per la Confederazione e per il Ticino, istituendo l’obbligo di versare indennità ai lavoratori frontalieri disoccupati”.

Accordo quadro, no del governo ticinese

Accordo quadro, no del governo ticinese

TG 12:30 di giovedì 14.03.2019

Accordo quadro, il Governo dice no

Accordo quadro, il Governo dice no

Il Quotidiano di giovedì 14.03.2019

 
bin
Condividi