Gli operai delle Officine lunedì scorso davanti a Palazzo del Governo (ti-press)

Officine nel Bellinzonese

Lo ha confermato Flavio Crivelli, coordinatore regionale sud delle FFS, che però non ha fornito indicazioni più precise

giovedì 19/10/17 20:33 - ultimo aggiornamento: venerdì 20/10/17 20:54

Il futuro delle Officine FFS di Bellinzona è ancora nel Bellinzonese: lo ha confermato giovedì Flavio Crivelli, coordinatore regionale sud delle FFS, che però non ha fornito indicazioni più precise. L’ipotesi più accreditata, che per ora non ha trovato conferme ufficiali, sarebbe quella di un trasloco a Castione.

Nessuna indicazione sui volumi di lavoro e, di conseguenza, sull’eventuale ridimensionamento del personale: in questa fase, secondo Crivelli, di certo c’è soltanto che le Officine continueranno ad esistere. Lo scenario della chiusura è quindi praticamente tramontato.

La delocalizzazione vuole comunque essere una soluzione a lungo termine: spostare tutte le officine in un’unica struttura "veramente moderna" che possa funzionare per i prossimi "20 o 30 anni, o anche di più", ha confermato Crivelli.

Resta ora da capire il destino dell’iniziativa popolare "Giù le mani dalle Officine", risalente al 2008 e da poco rilanciata.

CSI/mrj

Il Quotidiano di giovedì 19.10.2017

Il Quotidiano di venerdì 20.10.2017  

Seguici con