Il centro di Locarno, in tempo di Pardo (© Ti-Press)

Pardo e discoteche soddisfatti

Raphaël Brunschwig: "Con il Covid pass dovrebbe essere possibile avere la piazza piena". Paolo Franzi dell'Underground: "Felici di questa situazione"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le restrizioni anti-coronavirus sono state in larghissima parte abrogate oggi dal Consiglio federale, ma il certificato Covid sarà mandatorio per entrare in discoteca o partecipare alle grandi manifestazioni.

Il Locarno Film festival potenzialmente potrebbe quest'estate tornare a portare in Piazza Grande lo stesso numero di persone di prima della pandemia: 8'000 spettatori. Ma sarà davvero così? "Si - spiega il direttore operativo Raphaël Brunschwig - con il Covid pass dovrebbe essere possibile avere la piazza piena. Ed evidentemente siamo molto felici", aggiunge. "In questo ultimo anno abbiamo imparato ad essere prudenti perché la situazione è in costante evoluzione, ma si prospetta davvero un festival sempre più vicino alla normalità", conclude.

Come detto oggi il Consiglio federale ha confermato anche la riapertura delle discoteche, a patto che le persone abbiano un certificato Covid. "Ed io - afferma Paolo Franzi del locale Underground di Lugano - spero che da qui in poi ci sia un punto di svolta, sia per noi che per tutto il nostro settore ed il personale. Bisogna cercare di lavorare il meglio possibile. Ed il più a lungo possibile. Secondo me bisognerà definire il tutto con cantone e polizia. Anche perché bisognerà capire chi ha il diritto di entrare: chi ha il certificato, il vaccino, chi è guarito, con il tampone? Bisognerà fare chiarezza. Ma siamo felici di questa situazione".

Via libera ai grandi eventi

Via libera ai grandi eventi

Il Quotidiano di mercoledì 23.06.2021

Si torna a ballare in discoteca

Si torna a ballare in discoteca

Il Quotidiano di giovedì 24.06.2021

 
CSI/redMM
Condividi