Nuova luce sui cantieri (©Ti-Press)

"Più fondi per indagare"

L’indagine sull’appaltopoli grigionese necessita di ulteriori 350'000 franchi, sostiene la Commissione parlamentare d'inchiesta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) sull'appaltopoli grigionese ha chiesto lunedì ulteriori 350’000 franchi per finanziare il proprio lavoro. Il credito suppletivo, che andrà ad aggiungersi ai 600’000 franchi già concessi, verrà discusso dal Gran Consiglio nella prossima sessione di ottobre.

Finora è già stato speso mezzo milione per onorari di esperti, lavori di segretariato e gettoni di presenza dei membri della CPI. Per dicembre è atteso il rapporto sul comportamento della polizia cantonale al momento del fermo dell'imprenditore pentito Adam Quadroni.

Lo scorso 26 aprile la Commissione federale alla concorrenza ha inflitto una multa di 7,5 milioni di franchi a sette imprese di costruzione, sospettate di aver manipolato per anni i contratti nel campo del genio civile e dell'edilizia in Bassa Engadina, accordando si sui prezzi. A detta dei commissari, la somma sottratta a enti pubblici e a imprese private supererebbe ampiamente i 100 milioni.

ATS/Gis
Condividi