Preferenza "light": inizio positivo

Su 1'104 posti vacanti aperti a fine luglio in Ticino, erano 559 quelli soggetti all’obbligo di annuncio per consentire l’assunzione con precedenza alla manodopera locale. I dati forniti dalla sezione lavoro del Canton Ticino certificano un forte aumento dei posti annunciati, soprattutto nei comparti dell’industria e della ristorazione, ma anche – in minor misura – dell’edilizia. "È prematuro dare un giudizio, perché dovremo misurare nei prossimi mesi i tassi di collocamento, ma la percentuale di nuovi annunci è sicuramente importante" dice alla RSI il direttore del dipartimento finanze ed economia Christian Vitta.
Condividi