Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Tipress)

"Prima i nostri" non convince

Le proposte per applicare l'iniziativa popolare, vanno bocciate secondo la maggioranza della commissione tributaria

“Prima i nostri” non entusiasma neanche dal profilo fiscale. Le proposte per applicare l'iniziativa popolare approvata in votazione nel 2015, vanno bocciate secondo la maggioranza della Commissione tributaria. In particolare quella che propone incentivi fiscali per le neo-aziende che occupano pochi frontalieri.

Il motivo? Quanto proposto è in conflitto con il diritto federale. Così ha deciso la maggioranza dei commissari, sottoscrivendo il rapporto di Pelin Kandemir Bordoli.

Si sono invece dichiarati contrari al rapporto di maggioranza commissari della Lega e della Destra, che con un rapporto di minoranza stilato da Paolo Pamini invitano quindi il Gran Consiglio ad accogliere le proposte. La palla passa ora al Parlamento, che verosimilmente se ne occuperà durante la sessione di febbraio.

CSI/Quot/SP

Prima i nostri

Prima i nostri

Il Quotidiano di venerdì 12.01.2018

Condividi