Proteste a Mendrisio
Proteste a Mendrisio (©Tipress)

Protesta alla Exten

I collaboratori dell'azienda di Mendrisio si sono astenuti dal lavoro per contestare i tagli salariali decisi dalla direzione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Azione di protesta, giovedì mattina, alla Exten SA di Mendrisio. Spalleggiati dal sindacato UNIA, i lavoratori si sono astenuti dal lavoro: contestano il taglio salariale imposto loro dalla direzione dell'azienda, che produce materiali in plastica e occupa un centinaio di dipendenti.

La protesta delle maestranze, giovedì a Mendrisio
La protesta delle maestranze, giovedì a Mendrisio (©Ti-Press)

Dopo il rafforzamento del franco sull'euro, i vertici della Exten hanno evocato licenziamenti o delocalizzazioni se le maestranze non accettano una riduzione dello stipendio. Il sindacato UNIA parla del 26% in meno per i frontalieri, del 16% in meno per i residenti.

La protesta delle maestranze, giovedì a Mendrisio
La protesta delle maestranze, giovedì a Mendrisio (©Ti-Press)

Una quarantina i dipendenti che hanno incrociato le braccia dalle 5. L'azienda, ultima in ordine di tempo a proporre decurtazioni di salario, è operativa 24 ore al giorno dal 1981 e registra un fatturato di circa 45 milioni di euro annui. Le decurtazioni di stipendio dovrebbero entrare in vigore a inizio marzo ed essere definitive nel tempo.

 

Sempre in tema di proteste, domani venerdì, si terrà un nuovo presidio alle Ferriere Cattaneo di Giubiasco.

Red.MM/Not/CSI/Swing

Dal Quotidiano

Condividi