Provvisoriamente accolti negli stabili ora delle FFS (© Ti-Press / Gabriele Putzu)

Richiedenti l'asilo a Pasture

Una struttura di accoglienza provvisoria sarà creata nel Mendrisiotto, negli stabili attualmente di proprietà delle FFS

In attesa del nuovo centro per richiedenti l’asilo di Novazzano, per la cui progettazione l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) ha indetto un concorso (vedi correlate), una struttura provvisoria sarà creata nel Mendrisiotto, in zona Pasture, oggi di proprietà delle FFS.

Lo ha fatto sapere la Segreteria di Stato per la migrazione (SEM), che ha incontrato i rappresentanti dei Comuni di Balerna, Novazzano e Chiasso per informarli in merito ai prossimi passi da intraprendere.

La decisione è stata presa alla luce dell’esito negativo della votazione consultiva a Losone, la cui popolazione ha respinto lo scorso 10 giugno la riapertura dell’ex caserma per l’accoglienza dei rifugiati.

Da marzo 2019 al terzo trimestre dello stesso anno - finché gli stabili di Pasture non saranno messi a posto - i richiedenti l’asilo saranno accolti in Via Motta a Chiasso (dove attualmente possono essere accolte 143 persone) e in rifugi della Protezione civile.

Quotidiano/mrj

Richiedenti asilo a Balerna Novazzano

Richiedenti asilo a Balerna Novazzano

Il Quotidiano di giovedì 14.06.2018

Condividi