Dibattito martedì tra i commissari della Gestione (Ti-Press/Carlo Reguzzi)

Rimborsi spese, dibattito acceso

La soluzione con cinque varianti, discussa dalla commissione della Gestione, non convince

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La bozza di rapporto riguardo ai rimborsi spese dei consiglieri di Stato contiene cinque soluzioni, tutte giuridicamente praticabili, che permetterebbero di sanare le posizione dei consiglieri di Stato che dal 2005 hanno proceduto ad un rimborso spese senza una base legale chiara. Il testo, i cui contenuti sono stati anticipati martedì dal Corriere del Ticino, ha dato il via a un dibattito acceso tra i commissari della Gestione.

"Il Quadro che viene esposto è molto chiaro. - spiega Raffaele De Rosa, deputato PPD e presidente della Commissione della Gestione - Il problema sono le conclusioni, dove vengono esposte diverse possibilità di soluzione e questo alla commissione non va bene. Una parte di quest'ultima vorrebbe sottoporre al Consiglio di Stato varie opzioni, mentre un'altra parte vorrebbe arrivare con un'unica soluzione condivisa da sottoporre al Governo".

PS, parte di PPD e Lega dei Ticinesi chiedono indicazioni più chiare. La bozza propone cinque soluzioni. Significa che ogni consigliere di Stato potrebbe decidere liberamente quanto e come rimborsare gli importi? "Potrebbe essere teoricamente possibile - aggiunge De Rosa - Noi, francamente, speriamo che non sia così, perché questo non è un menu à la carte dove ciascuno si serve a piacimento. È necessario arrivare con una risposta univoca in modo che ci sia una soluzione uguale per tutti".

"No, questa è una possibile interpretazione, ma non è quello che dice questo rapporto", sottolinea invece il presidente della sottocommissione, il PPD Fabio Bacchetta Cattori  che difende la bozza di rapporto presentato martedì. "La sottocommissione giunge alla conclusione che non ci sono i presupposti per portare il Governo davanti a un tribunale, su questo siamo tutti d'accordo. Il rapporto mette in risalto i possibili scenari di rimborsi e c'è anche un denominatore comune: riteniamo che si dovrebbe andare nella direzione di un rimborso. Con quale scenario? Su questo si dovrà esprimere la commissione della Gestione".

Il documento è stato ora inviato al Governo che avrà tempo una settimana per fare le proprie osservazioni.

Vicenda rimborsi, gli scenari

Vicenda rimborsi, gli scenari

Il Quotidiano di martedì 20.11.2018

 

 

CSI/Quot/WytA
Condividi