Si costruisce... per nessuno (tipress)

Sfitto "cronico" in Ticino

Un nuovo studio del Credit Suisse giudica "poco giudiziosi" gli investimenti nella costruzione. E la situazione peggiorerà ancora

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quello delle abitazioni sfitte sta diventando "un problema cronico" del mercato immobiliare svizzero ed è particolarmente acuto in Ticino, dove a inizio giugno erano vuoti 5'534 alloggi, il 15% in più rispetto a un anno prima. Il dato (diffuso qualche settimana fa dall'Ufficio federale di statistica) è pari a un tasso del 2,29%, che sale al 4,44% se si considerano i soli appartamenti da affittare, mentre la media nazionale si attesta rispettivamente all'1,66% e al 2,25%.

È boom di sfitto in Svizzera

È boom di sfitto in Svizzera

TG 19:59 di lunedì 09.09.2019

 

Numeri che sono la conseguenza di difficoltà strutturali, come evidenzia una volta di più uno studio del Credit Suisse pubblicato giovedì. Generale è quella dei tassi bassi o negativi, realtà da quattro anni e mezzo e che proseguiranno ancora per lungo tempo alimentando gli investimenti nella costruzione. Pesano poi rallentamento congiunturale dopo i fasti del 2012-2015, l'apertura della galleria di base del San Gottardo e di quella del Monte Ceneri. La prima ha ridotto i tempi di percorrenza verso gli altri cantoni, mentre la seconda alla fine del 2020 "avvicinerà" sensibilmente Lugano, Bellinzona e Locarno.

 

Alla luce di questi fattori e in particolare del calo della popolazione, gli esperti della banca ritengono "poco giudiziosa" la frenetica attività edilizia. Le previsioni non sono incoraggianti: il tasso attuale, precisano, non tiene conto degli appartamenti che arriveranno ancora sul mercato nel 2020 e nel 2021. Gli alloggi a pigione rimasti vacanti potrebbero allora superare il 5% del totale. Di conseguenza, continueranno a diminuire gli affitti al ritmo del 2,2% annuo, secondo le stime di Wüest Partner. Gode di migliore salute, per contro, il settore delle abitazioni di proprietà, dove solo lo 0,64% è rimasto senza acquirente e i prezzi ripartono al rialzo. 

A livello nazionale sono vuoti 75'323 alloggi, 3'029 in più della precedente rilevazione. Si tratta del decimo aumento consecutivo, malgrado la flessione (-72 unità) registrata dal segmento delle abitazioni di proprietà. È la prima dal 2011.

Per saperne di più:

 
ATS/pon
Condividi