Immagine d'archivio (tipress)

Sventata altra truffa "rip deal"

Finiti in manette tre giovani che hanno chiesto alla vittima di cambiare banconote false di grosso taglio con piccoli tagli veri

Tre persone sono state arrestate martedì, ma la notizia è stata resa nota venerdì, per un tentativo di truffa secondo lo schema “rip deal” ai danni di un ticinese. Quest’ultimo aveva diffuso su siti Internet annunci per la vendita di una proprietà immobiliare all’estero; è stato quindi contattato dai tre, un 29enne italiano, una connazionale pure 29enne e un francese 18enne, tutti residenti in Italia.

Questi ultimi hanno invitato il ticinese a Milano per trattare i dettagli del possibile acquisto. Durante l’incontro hanno prospettato il pagamento di un acconto, chiedendo nel contempo il cambio di banconote (false) in euro di grosso taglio con altre, sempre in euro, di valore inferiore ma ovviamente autentiche.

L’uomo si è però accorto dell’inganno e ha contattato le autorità, che hanno bloccato i truffatori. L’ipotesi di reato nei loro confronti è di tentata truffa aggravata e l’inchiesta, coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier, continua onde verificare l’eventuale coinvolgimento degli arrestati in altre truffe precedenti.

EnCa

Condividi